Sabato, 13 Luglio 2024
La novità

Al Morgagni-Pierantoni nasce la Biblioteca della Rinascita: oltre 200 libri per le pazienti oncologiche

Il progetto - con cui si festeggiano gli 11 anni di Loto, nata nel giugno 2013 - vuole affiancare il lavoro di medici, infermieri e personale ospedaliero al fine di 'alleggerire' il più possibile la degenza e l'attesa per le pazienti

Non è una semplice biblioteca, nè una libreria o un punto di book-crossing, e neppure "solo" uno spazio di lettura: la Biblioteca della Rinascita è tutte queste cose insieme e molto di più. Si tratta di un progetto ideato dall'associazione Loto col patrocinio dell'Ausl Romagna che mette al centro le pazienti oncologiche e il potere benefico dei libri, inaugurato venerdì mattina all'Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì presso la sala d'aspetto del Reparto di Ostetricia e Ginecologia diretto dal professor Luca Savelli (al terzo piano del padiglione Vallisneri).

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

Sono oltre 200 i libri donati da privati cittadini a disposizione delle pazienti, di chi le accompagna o fa loro visita. La Biblioteca della Rinascita nasce dall'idea che il tempo delle pazienti possa essere scandito, oltre che da visite mediche, esami, terapie e pasti per chi è ricoverata, anche dall'incontro con un romanzo, con una testimonianza di vita, o con una poesia in grado di creare uno spazio di evasione mentale dalla malattia. Venerdì mattina ha tagliato il nastro il Direttore dell'Ospedale Giorgio Martelli insieme al professor Luca Savelli, ad Andrea Amadori - ginecologo del direttivo scientifico di Loto - alla coordinatrice infermieristica e ai medici e ostetriche del reparto, con le volontarie di Loto.

L'inaugurazione della Biblioteca della Rinascita-2

Il progetto - con cui si festeggiano gli 11 anni di Loto, nata nel giugno 2013 - vuole affiancare il lavoro di medici, infermieri e personale ospedaliero al fine di 'alleggerire' il più possibile la degenza e l'attesa per le pazienti. A breve verrà attivato anche il servizio di lettura per le pazienti degenti: le volontarie di Loto saranno a disposizione delle donne ricoverate per dare voce ai libri da loro scelti. "Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere, scriveva Daniel Pennac: sono noti i benefici della lettura soprattutto in termini di miglioramento della gestione dello stress - sottolinea Liviana Lombardi, responsabile del comitato territoriale Loto Forlì - Mettendo a disposizione questi volumi vorremmo regalare un po' di evasione, riflessioni, squarci di luce, stimoli importanti per attivare nelle pazienti un potente desiderio di recupero, elemento determinante nel buon esito della terapia".

La Biblioteca della Rinascita ospedale morgagni pierantoni-2

Il progetto

Per la realizzazione del progetto sono stati fondamentali tre elementi: le volontarie, gli spazi messi a disposizione dall'Ospedale Morgagni-Pierantoni e le donazioni di libri da parte di privati cittadini. Poche e semplici le regole della Biblioteca della Rinascita: per il prestito dei libri non è necessaria alcuna registrazione; i libri possono essere presi liberamente da chi lo desidera, portati a casa e riconsegnati quando si vuole; per condividere con altre persone il piacere della lettura pazienti e cittadini sono invitati a portare un libro per arricchire la biblioteca; se un titolo è piaciuto particolarmente è possibile lasciare un commento nel "quaderno della Rinascita" di Loto Odv che si trova sullo scaffale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Morgagni-Pierantoni nasce la Biblioteca della Rinascita: oltre 200 libri per le pazienti oncologiche
ForlìToday è in caricamento