Balzo degli infetti nel Forlivese: +36 in 24 ore. In Rianimazione ci sono 11 positivi al virus

Nessun nuovo decesso in provincia di Forlì-Cesena, ma un forte aumento di persone colpite dal Coronavirus, che in provincia sono diventate 424 quelle accertate, vale a dire 65 in più rispetto alla rilevazione di domenica

Nessun nuovo decesso in provincia di Forlì-Cesena, ma un forte aumento di persone colpite dal Coronavirus, che in provincia sono diventate 424 quelle accertate, vale a dire 65 in più rispetto alla rilevazione di domenica. Il maggior numero di affetti comporta un carico maggiore per gli ospedali, dato che i ricoveri sono aumentati di 4 unità al 'Morgagni-Pierantoni' e di 8 unità al 'Bufalini' nel giro di 24 ore, solo uno di questi è finito in Terapia Intensiva. 

Nel Forlivese gli accertati sono in totale 225, vale a dire 36 in più rispetto a domenica. Di questi 160 sono in isolamento domiciliare e altri 48 sono ricoverati, di cui 11 in terapia intensiva. Il conto dei decessi per la Prefettura ammonta a 6 nel Forlivese. A Bertinoro, che domenica ha registrato il primo decesso, i casi sono 25, di cui otto in isolamento domiciliare, sedici ricoverati in Malattie Infettive e quattro in Terapia Intensiva. "Di tutti questi nostri concittadini abbiamo un contatto costante e, seppure la situazione varia di ora in ora, non registriamo fortunatamente peggioramenti significativi delle loro condizioni", afferma il sindaco Gabriele Antonio Fratto.

Un caso a Civitella, Dovadola e Santa Sofia (tutti in isolamento domiciliare) e a Premilcuore (ricoverato), due a Galeata (madre e figlio in isolamento domiciliare), tredici a Meldola (due ricoverati ed undici in isolamento domiciliare), quattordici a Predappio (tre in Rianimazone, otto in isolamento e tre in Malattie Infettive). A Castrocaro sono sette, di cui uno in ospedale. Sono invece quaranta a Forlimpopoli, 35 in isolamento e cinque ricoverati. A Rocca San Casciano sono 16 i positivi, dodici dei quali ospiti della casa di riposo.

Nel Cesenate, invece, i casi positivi sono 199, vale a dire 29 più di domenica. Di questi 136 sono in isolamento domiciliare e altri 57 ricoverati in ospedale, di cui 4 in terapia intensiva.

La situazione a Forlì città

Il sindaco Gian Luca Zattini aggiorna la situazione su Forlì: "Sono 99 le persone del nostro Comune risultate positive al Covid-19. Di queste, 72 si trovano in isolamento presso il proprio domicilio e 27 sono ricoverate. Delle 27 ricoverate, 4 sono nel reparto di terapia intensiva del Morgagni-Pierantoni". Il primo cittadino tiene a sottolineare che "la situazione, dal punto di vista dell'aumento degli infetti, è grave ma pur sempre sotto controllo e nelle previsioni di crescita. Molte persone sono rientrate nel proprio domicilio e altrettante stanno lentamente guarendo. Non è un dato che ci deve spaventare, perché era previsto e prevedibile. Questo non vuol dire che si debba abbassare la guardia. Il monito è sempre lo stesso; state a casa e non uscite se non per comprovati motivi di emergenza. Continuiamo a rispettare le regole. E andrà tutto bene".

La situazione in Emilia Romagna

Sono 8.535 di positività al Coronavirus, 980 in più di domenica. 31.200 i test refertati, 3.178 in più sempre rispetto al rilievo precedente. Questi i dati - accertati alle ore 12 di lunedì, sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in Emilia-Romagna. Complessivamente, sono 3.669 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (443 in più rispetto a domenica); aumentano di poche unità quelle ricoverate in terapia intensiva, chesono 276, 7 in più rispetto a domenica. Ma crescono purtroppo i decessi, passati da 816 a 892: 76, quindi, quelli nuovi, di cui 46 uomini e 30 donne.

Al tempo stesso, continuano a salire le guarigioni, che raggiungono quota 423 (74 in più rispetto a domenica), 365 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 58 (più del doppio, rispetto a ieri quando erano 26) sono dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Per quanto riguarda i decessi, per la maggior parte sono in corso approfondimenti per verificare se fossero presenti patologie pregresse. I nuovi decessi riguardano 26 residenti nella provincia di Piacenza, 13 in quella di Parma, 21 in quella di Reggio Emilia, 9 in quella di Modena, 4 in quella di Bologna (nessuno del territorio imolese), 2 in quella di Ferrara e 1 in quella di Ravenna.

Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: Piacenza 1.885 (120 in più rispetto a domenica), Parma 1.364 (155 in più), Reggio Emilia 1.369 (202 in più),  Modena 1.155 (145 in più), Bologna 833 (di cui 652 Bologna,156 in più rispetto a domenica, e 181 Imola, 3 in più),  Ferrara 172  (22 in più rispetto a domenica), Ravenna 342 (33 in più) e Rimini 1.035 (93 in più). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

Torna su
ForlìToday è in caricamento