rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

"Il Natale ha fatto il pieno, ci lavoravamo da maggio. Ed ora cambiamo narrazione del centro: è bello"

"E' evidente a tutti che c'è stato un impegno diverso rispetto allo storico al quale siamo stati abituati", esordisce nella sua analisi a ForlìToday l'assessore al Centro Storico, Marco Ravaioli

L'Epifania tutte le feste porta via. Si sono spente domenica le luci del Natale in città ed è tempo di bilanci. "E' evidente a tutti che c'è stato un impegno diverso rispetto allo storico al quale siamo stati abituati - esordisce nella sua analisi a ForlìToday l'assessore al Centro Storico, Marco Ravaioli -. La macchina del Natale è partita già a maggio ed i risultati sono stati più che evidenti, perchè era da anni che non si vedevano così tante persone animare il centro. E' stata una scommessa vinta e il gradimento è viaggiato anche attraverso i social. E al successo hanno contribuito anche molti commercianti. I risultati ci sono stati. E' stato anche il Natale delle famiglie, con la casetta di cristallo strapiena tutti i giorni. Dopo anni è tornato il Mercatino in Piazza e gli operatori hanno espresso giudizi positivi".

Il momento più bello?
L'ho cullato da maggio, quello dell'accensione delle illuminazioni della Piazza. E' stato molto complesso avere le autorizzazioni dalla Soprintendenza per farlo. E' stato emozionante lo stupore dei cittadini. Sembrava che non vedessero da anni i palazzi ed i loro profili, dimenticandosi di quanto siano belli. Abbiamo scelto delle luminarie particolari e stabilito i posti dove collocarle per far emergere la bellezza del centro. Ed ha funzionato. Tantissime persone hanno preso il telefonino scattandosi dei selfie, facendo così pubblicità alla città. Mi è dispiaciuto tantissimo non poter mettere le luminarie su San Mercuriale, ma la Soprintendenza per motivi tecnici non ha dato l'autorizzazione. E anche su questo ci sono state strumentalizzazioni politiche ridicole.

L'accensione dell'albero di Natale e delle luminarie in Piazza  - IL VIDEO

Tantissima affluenza, ma anche il solito problema di locali chiusi
Nei weekend si sono viste tante persone che non vedevo da anni. La cosa non positiva è stata la chiusura di molte attività, soprattutto bar, ed è paradossale. Ho visto molti locali costretti a mandare via la gente perchè c'era la fila fuori. Ma a mio avviso non è colpa dei commercianti, ma è il frutto di anni di narrazioni nel quale si è raccontato che tutto va male. Bisogna cambiare marcia, ma è un processo lungo e faticoso. Chi viene a Forlì deve esser incentivato a girare la città. C'è tanto da lavorare.

Si è acceso il Natale in Piazza Saffi

Protagonisti di questo Natale sono state anche i borghi
Le iniziative di Corso Mazzini non sono nate a caso. Abbiamo scommesso su chi vive lì, perchè è importante rendere i cittadini protagonisti. La riqualificazione urbana non passa solo dai progetti di videosorveglianza e nuovi arredi, ma anche dalle persone, stimolandole a realizzare nuove idee. Il Comune sta facendo la sua parte anche con eventi ed incentivi. Questa potrebbe essere la strada positiva.

Tante persone in centro anche col parcheggio gratis nelle ore pomeridiane
La sola misura non è sufficiente, perchè è ovvio che ci vuole una strategia per riabituare le persone a vivere la città. Ci vuole attrattività. Dobbiamo continuare a creare qualcosa interessante.

Un voto?
Sono molto severo con me stesso e quello che avevo in testa non sono riuscito a realizzarlo per motivi di economia. Do un 7.5.

Si sono spente le luci del Natale, ora come ripartirà il centro?
Gli eventi sono una vetrina per la città e sono convinto che questa spinta propulsiva va mantenuta nel tempo, perchè è anche un modo per veicolare il brand della nostra città. Si deve proseguire nel segno della continuità. Altre iniziative sono nello studio e la strada è tracciata. Si completerà a breve la fase di ristrutturazione del Mercato delle Erbe e dei collegamenti al San Domenico. Si continuerà inoltre con gli incentivi e la riqualificazione. Non c'è una ricetta magica, ma si tratta di un processo iniziato. Ora un percorso c'è e abbiamo dimostrato che funziona.

Quali sono i timori?
Spero solo che non si voglia ricominciare tutto dall'inizio e purtroppo il periodo elettorale penso sia quello peggiore, perchè qualsiasi cosa viene "sciacallata", perchè si combattono le persone usando qualsiasi mezzo. E Forlì ha bisogno di altro. Servono idee concrete.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Natale ha fatto il pieno, ci lavoravamo da maggio. Ed ora cambiamo narrazione del centro: è bello"

ForlìToday è in caricamento