rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca

Il 2022 della Polizia Locale: aumentano le sanzioni col telelaser e per la guida col telefonino in mano

Un anno per la sicurezza di base, dai controlli dei veicoli alle case popolari, dal contrasto ai fenomeni di degrado alla prevenzione: c'è tutto questo nel bilancio 2022 della Polizia Locale

Un anno di attività a favore della sicurezza di base, dai controlli dei veicoli alle case popolari, dal contrasto ai fenomeni di degrado alla prevenzione: c'è tutto questo nel bilancio 2022 della Polizia Locale, il primo anno del rientro del corpo sotto il controllo diretto del Comune, dopo che era confluito nell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese. I numeri si sintetizzano in 30mila chiamate ricevute in centrale operativa e 1.760 posti di controllo durante i quali sono stati controllati 18.500 veicoli. 

“E' il primo anno dopo il 'rientro a casa' del corpo dei vigili – ricorda il sindaco Gian Luca Zattini -. Pur non facendo mancare il supporto alla polizia locale dell'Unione dei Comuni, andiamo nella direzione giusta che ci indica che questo corpo non può essere disgiunto dalla città e dai cittadini”. Da parte sua il vicesindaco, con delega all'Urbanistica, Daniele Mezzacapo aggiunge: “Tornare ad essere 'indipendenti' ha dato ottimi risultati, continueremo a investire tanto sulla polizia locale e su tutte le convenzioni per i servizi complementari, da quelli dei nonni vigile a quello dell'unità cinofila”.  L'obiettivo per il 2023 è l'assunzione del nuovo comandante e di portare a 114 le unità di personale a disposizione, “con una graduatoria propria del Comune a cui attingere”, spiega il sindaco.

Il bilancio della Polizia Locale

La repressione sulle strade

La Polizia Locale ha il compito in via prioritaria, rispetto alle altre forze dell'ordine, dei rilievi degli incidenti stradali. Quelli rilevati dalla Polizia Locale di Forlì nel 2022 sono stati 836, in aumento rispetti ai 789 del 2021. Di questi ben 420 sono stati con lesioni di persone e 3 quelli mortali (nel 2021 i decessi sulle strade erano 9, quindi con un drastico calo). Per i comportamenti più gravi alla guida ci sono da annoverare 45 denunce per guida in stato di ebbrezza (oltre a 9 casi in cui la sanzione era solo amministrativa), 12 denunce per guida sotto l'influenza di droghe ed ancora 8 denunce per omissione di soccorso, con 32 sanzioni amministrative per lo stesso comportamento.

Sempre sulle strade si aggiungono 10.678 verbali di infrazioni al codice della strada. In forte aumento l'uso del telelaser per combattere gli eccessi di velocità: 1.909 multe contro le 369 dell'anno precedente. E per rimanere agli strumenti sanzionatori elettronici si contano 5.479 passaggi della linea di arresto con il rosso, ai semafori controllati con telecamera.

Forte contrasto anche alla guida col telefonino, sanzionata 239 volte (erano 161 nel 2021), e al mancato uso delle cinture di sicurezza (557 contro le 338 dell'anno precedente). Non meno importanti i numeri delle vetture trovate senza assicurazione (273), e senza revisione (1.585). In totale sono stati decurtati 7.946 punti, quasi un raddoppio rispetto al 2021 quando erano 4.391. La polizia locale ha quindi sanzionato 683 volte la sosta nei box invalidi, 220 volte quella sulle strisce pedonali, 933 sul marciapiede e 152 alle fermate dei bus. 

VIDEO - "Primo anno fuori dall'Unione dei Comuni, dati migliorati"

Sulle strade non solo multe

La polizia locale opera, però, anche per prevenire i rischi: lo attestano i 3.132 servizi davanti alle scuole, a cui si aggiungono quelli complementari di 3.328 servizi dei 'nonni vigile'. La Polizia Locale è inoltre impegnata nelle attività di educazione stradale nelle scuole medie, con 127 classi coinvolte nel 2022 (3.181 alunni), impegnando nella formazione in aula 421 ore.

“Li accompagniamo fin dalla prima età, per farli diventare utenti della strada corretti quando cresceranno, mentre è più difficile cambiare un comportamento in un adulto”, rileva il vicecomandante operativo della Polizia Locale Andrea Gualtieri

Lotta al degrado

L'unità Antidegrado, quella preposta nello specifico alla sorveglianza sul nuovo regolamento di Polizia urbana e civile convivenza, ha effettuato 413 servizi, di cui 60 con l'ausilio dell'Unità cinofila. Le multe per quanto riguarda il regolamento sono state 211, di cui in particolare 94 per il divieto di consumo di alcolici e bevande in vetro in strada in centro storico, 51 contro il bivacco e l'accattonaggio, 61 per azioni vietate sul suolo pubblico e 6 per atti vietati nei parchi. I servizi di controllo dei parchi sono stati 200. I controlli finalizzati alle case popolari sono stati 232 (progetto 'Case Sicure').

Arrivata la dotazione di 20 bodycam

Le segnalazioni dei cittadini vengono conteggiate tramite il sistema regionale Rilfedeur. I forlivesi hanno effettuato 714 segnalazioni su cui la Polizia Locale o gli organi preposti sono intervenuti. I cittadini segnalano soprattutto soste irregolari (250 casi), degrado sociale, come il bivacco (150 casi), degrado ambientale (100), l'abbandono di rifiuti (110).

Repressione dei reati

La polizia locale di Forlì ha spiccato in totale 186 segnalazioni di reato ed eseguito 9 arresti, di cui uno in flagranza per una fuga e omissione di soccorso dopo un grave incidente stradale e la maggior parte degli altri per immigrazione clandestina. Su 52 servizi la Polizia Locale ha collaborato con le altre forze di polizia (impiegando 120 agenti). 

Tra gli altri servizi, infine, si contano 434 controlli ad attività commerciali (266 nel commercio e 147 in pubblici esercizi), con 59 violazioni accertate. Si aggiungono 349 servizi di edilizia e ambiente con 35 violazioni a norme ambientali, 4 a norme edili, 38 per pubblicità abusiva. Chiude l'elenco l'attività specializzata nella gestione degli eventi su strada, a cui bisogna garantire la sicurezza (coperti 81 eventi).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 2022 della Polizia Locale: aumentano le sanzioni col telelaser e per la guida col telefonino in mano

ForlìToday è in caricamento