rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

"Bimbi e insegnanti in classe a settembre": prevista una manifestazione in Piazza Saffi

"La comunità scolastica - viene evidenziato - ha bisogno di ripartire in presenza a settembre perché senza scuola non c’è politica, non c’è giustizia, non c’è uguaglianza, non c’è crescita – né umana, né economica".

Il nuovo anno scolastico riparta in presenza. Giovedì 25 giugno alle 18 in piazza Saffi a Forlì (così come in tante altre città italiane) è stata indetta una manifestazione del comitato "Priorità alla scuola". Genitori e insegnanti che aderiscono alla manifestazione chiedono "risorse straordinarie; personale docente e Ata adeguato alle esigenze della scuola; assunzione dei docenti precari dalle graduatorie provinciali; che i Comuni e le Province trovino spazi per tutte le scuole di ogni ordine e grado; investimenti strutturali per l’edilizia scolastica; prevenzione sanitaria nelle scuole".

Gli organizzatori della manifestazione dicono anche dei no: "Non vogliamo la riduzione del tempo scuola, le esternalizzazioni (tutto lavoro precario) per completare il tempo scuola, le ore di 40 minuti, la didattica a distanza come parte strutturale dell’orario di scuola". Concludono gli organizzatori: "La comunità scolastica ha bisogno di ripartire in presenza a settembre perché senza scuola non c’è politica, non c’è giustizia, non c’è uguaglianza, non c’è crescita – né umana, né economica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bimbi e insegnanti in classe a settembre": prevista una manifestazione in Piazza Saffi

ForlìToday è in caricamento