menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto, le reazioni politiche: "In 8 anni spesi 40 milioni di euro"

"Complimenti ai partiti di maggioranza che governano "insieme" il territorio, dalla Regione, alle provincie, ai Comuni", è il primo sarcastico commento, che viene da Stefano Gagliardi, coordinatore del PdL di Forlì-Cesena

“Come purtroppo previsto, dopo il fallimento della holding degli aeroporti, seguito da quello della SAR, che ha fatto emergere tutte le contraddizioni dei partiti di maggioranza, altro che politiche di Area Vasta, SEAF non diventerà neppure  la seconda pista di Bologna e verrà messa in liquidazione. Complimenti ai partiti di maggioranza che governano “insieme” il territorio, dalla Regione, alle provincie, ai Comuni”, è il primo sarcastico commento, che viene da Stefano Gagliardi, coordinatore del PdL di Forlì-Cesena.

L'INTERVENTO DI GAGLIARDI (PDL).  Continua Gagliardi: “Evidentemente oltre alle belle parole (politiche di area vasta, integrazione territoriale) rimane ben poco. Siamo stati presi in giro con il risultato che il territorio perderà una infrastruttura fondamentale per lo sviluppo e l’occupazione, e questa perdita si aggiunge a quella di Sapro, altro capolavoro del centro sinistra. In provincia abbiamo sempre votato contro i bilanci presentati per evidenziare le evidenti lacune presenti, con riferimento ai continui deficit (oltre 40 milioni di euro in 8 anni),  al mancato sviluppo della società, alla mancanza di piani industriali chiari e così via, ma non abbiamo mai smesso di affermare l’importanza dell’aeroporto proponendo e votando ordini del giorno a sostegno della sua esistenza”.

Sempre Gagliardi: “Siamo sempre stati accusati di voler danneggiare il territorio, almeno fino pochi mesi fa, quando, a seguito dell’ennesimo fallimento, anche dai banchi della maggioranza qualcuno si è accorto che alzare il braccio per votare incondizionatamente quello che veniva proposto avrebbe portato alla disfatta. Troppo tardi, ed ora qualcuno dovrà prendere atto degli errori commessi e quantomeno dimettersi. Purtroppo sappiamo bene che la  pratica delle dimissioni non è molto usuale in Italia”.

LOMBARDI (PDL) - “Come si fa in questi casi potrei cavarmela dicendo 'l’avevo detto' - esordisce Marco Lombardi, consigliere regionale del Pdl -. Ma siccome non è mia abitudine strumentalizzare vicende dolorose per il nostro territorio per mera propaganda politica, mi limito a dire che grazie anche alla azione di contrasto mia e di altri colleghi Consiglieri (ricordo in particolare la consigliera Noè) la questione aeroporti è stata attentamente monitorata e valutata, facendo emergere la realtà industriale piuttosto che le convenienze politiche della sinistra che ci governa in Regione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento