Bonus bici, il clickday per ottenere gli sconti: il sito preso d'assalto va in tilt

E' previsto un rimborso pari al 60% del prezzo d'acquisto entro un limite di 500 euro oppure la possibilità di ricevere un voucher che consentirà di ricevere lo sconto direttamente dai negozianti aderenti, che a loro volta si faranno rimborsare dal ministero

Chi prima arriva, meglio alloggia verrebbe da dire. E' scattata martedì mattina alle 9 l'ora del click l portale buonomobilita.it per richiedere il rimborso sugli acquisti di bici, monopattini e altri mezzi dolci (o condivisi) effettuati dal 4 maggio in avanti. E' previsto un rimborso pari al 60% del prezzo d'acquisto entro un limite di 500 euro oppure la possibilità di ricevere un voucher che consentirà di ricevere lo sconto direttamente dai negozianti aderenti, che a loro volta si faranno rimborsare dal ministero. Ma cliccando sul portale in molti hanno dovuto fare i conti col sovraccarico del server. I più fortunati hanno potuto attendere una ventina di minuti prima di completare la procedura ed ottenere il via libera.

Bonus bici: come richiederlo

Sul sito bisogna in sintesi registrare la fattura o lo scontrino parlante dell’acquisto e mettersi in coda per accedere all’incentivo. Un incentivo "pesante, fino a un massimo di 500 euro per chi ha acquistato biciclette, anche a pedalata assistita, e monopattini, oltre a strumenti di mobilità condivisa a uso individuale, come servizi di sharing di biciclette, monopattini e scooter.

Si procederà al pagamento sulla base dell’ordine di inserimento delle relative fatture e non sulla base della data delle fatture. Un classico click day. Si accede al servizio con le proprie credenziali Spid. Cosa succederà se troppe migliaia di persone accederanno contempoiraneamente al servizio. Il porale reggerà? Lo scopriremo solo vivendo, ma ci sono tutte le garanzie di Sogei che ha curato la predisposizione della piattaforma dal punto di vista tecnico.

In ogni caso chi avesse problemi può chiamare il centralino del ministero al numero 0657221 o all’Urp (0657225722, urp@minambiente.it) che inoltrerà al team dedicato tutte le chiamate e quesiti. Il bonus copre il 60% del valore dell’acquisto fino a un massimo di 500 euro ed è riservato ai cittadini resi- denti in capoluoghi di regione e di provincia e in Comuni con popolazione superiore ai 50mila abitanti.

L'obiettivo è soddisfare tutte le richieste, anche facendo ricorso a nuovi fondi. Ora come ora per biciclette e monopattini acquistati dal 4 maggio al 31 dicembre 2020 ci sono un totale di 210 milioni di euro. Dovrebbero bastare per 600mila richieste. Attenzione: l’identità Spid sarà necessaria anche per coloro che non hanno ancora effettuato l’acquisto finora e che chiedono quindi di ottenere il voucher da spendere entro il 31 dicembre, che sarà anch’esso condizionato alla disponibilità dei fondi. 

Identità digitale

Per accedere alla piattaforma web è necessario munirsi dell'identità digitale Spid. Per chiedere lo Spid bisogna scegliere un provider tra quelli indicati sul sito del governo e seguire le istruzioni. La parte più "complicata" dell’operazione è quella del riconoscimento, che può avvenire sia di persona, recandosi in un ufficio indicato dal provider, che tramite webcam o firma digitale.

Il bonus consente di recuperare il 60%, fino a limite massimo di 500 euro, della spesa d'acquisto mediante bonifico sulle coordinate bancarie, per gli acquisti effettuati tra il 4 maggio e il 3 novembre. Attenzione: farà fede la data di inserimento della richiesta e non quella del documento di acquisto; buono di spesa digitale, che sarà generato sull'applicazione web del Ministero dell'Ambiente - www.buonomobilità.it - attiva dal 3 novembre e destinata a chi non ha ancora effettuato acquisti. Attenzione: il 'buono mobilità' va consegnato al negoziante che sarà poi rimborsato dal Ministero.

Possono usufruire del buono mobilità per l'anno 2020 i cittadini maggiorenni che hanno la residenza (non il domicilio) in capoluoghi di Regione (anche sotto i 50.000 abitanti), apoluoghi di Provincia (anche sotto i 50.000 abitanti),  comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e comuni, anche al di sotto dei 50.000 abitanti, appartenenti alle 14 Città Metropolitane di Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino, Venezia.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Forlì usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

Torna su
ForlìToday è in caricamento