Buoni spesa "bis": ancora centinaia le persone in stato di bisogno

"Purtroppo, la situazione parziale non può dirsi delle migliori: delle 691 richieste di conferma inviate via mail, in 437 hanno dichiarato di versare ancora in condizioni di difficoltà"

“I nostri uffici erogheranno i primi 200 buoni spesa a partire da lunedì, dopo un’attenta e puntuale valutazione delle richieste pervenute con l’apertura del nuovo bando". L’assessore al welfare Rosaria Tassinari entra nel dettaglio di questa seconda tranche di buoni spesa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questi giorni si sono resi necessari per verificare nel dettaglio la veridicità delle istanze pervenute sul portale del Comune e stanare possibili furbetti - spiega l'assessore - I nostri operatori hanno controllato una a una le 1193 domande pervenute online e telefonicamente per capire e rilevare eventuali anomalie. Di queste, 115 si sono dimostrate doppie o incomplete e per questa ragione sono state eliminate. Abbiamo inoltre provveduto, in quest’ultima settimana, a ricontattare una parte di coloro che avevano già presentato domanda nella prima fase di erogazione dei buoni spesa, per conoscere lo stato di bisogno di queste famiglie e capire se con l’avvio della fase due ci fossero stati dei miglioramenti. Nei prossimi giorni contatteremo i restanti e avremo il quadro definitivo dello stato di ‘salute’ di tutti i richiedenti. Purtroppo, la situazione parziale non può dirsi delle migliori: delle 691 richieste di conferma inviate via mail, in 437 hanno dichiarato di versare ancora in condizioni di difficoltà economica ovvero all’incirca il 63%. Questo significa che la crisi dettata dal diffondersi del Covid ha prodotto, anche nella nostra società, effetti di emergenza alimentare semi strutturali, che ci investono dell’obiettivo e dell’obbligo morale di intervenire con tempestività e concretezza per aiutare chi ancora versa in condizioni di difficoltà. Cosa che abbiamo sempre fatto e continueremo a fare nell’interesse di tutti, nessuno escluso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Forlì spiccherà il volo verso Spagna, Germania e Ungheria: ufficializzata la terza compagnia

  • Aeroporto, il Ridolfi torna sui radar di tutto il mondo: si parte con i voli commerciali

  • L'aeroporto di Forlì alla conquista del Mediterraneo: si allunga la lista delle compagnie

  • Coronavirus, contagi in aumento. Bonaccini non esclude una stretta sulle scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento