menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Erogati i primi "buoni spesa". Oltre 2mila domande arrivate. L'elenco dei negozi convenzionati

A dare un primo parziale bilancio dei beneficiari della misura straordinaria di sostegno alimentare è l’assessore al welfare Rosaria Tassinari

Martedì sono stati erogati i primi 68 buoni spesa per un totale di 16.075 euro. A dare un primo parziale bilancio dei beneficiari della misura straordinaria di sostegno alimentare è l’assessore al welfare Rosaria Tassinari. "Analizzando la tipologia dei richiedenti, il 34% ha sospeso la propria attività autonoma (piccoli esercizi commerciali, bar e palestre) - esordisce l'assessore -; il 15% è lavoratore subordinato che ha subìto la sospensione/cessazione del lavoro senza l’ausilio di ammortizzatori sociali, il 40% è disoccupato senza altri sostegni pubblici e l'11% si trova in stato di bisogno per altri motivi".

L'ELENCO DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI CONVENZIONATI

Il valore complessivo dei buoni spesa effettivamente erogati a ciascun beneficiario va da un minimo di 100 euro ad un massimo di 450 euro. "Nei prossimi giorni si proseguirà nelle modalità di distribuzione dei buoni per arrivare entro venerdì a distribuirli ad almeno 300 beneficiari - informa Tassinari -. L'erogazione avviene attraverso l'invio dei buoni spesa digitali assegnati alla email indicata nella domanda. I buoni spesa ricevuti via email vanno stampati e presentati alla cassa dell'esercizio commerciale scelto per gli acquisti, che leggerà il codice a barre riportato nel buono".

"In alternativa il buono spesa potrà non essere stampato ma esibito alla cassa attraverso il cellulare inquadrando il codice a barre. In via esclusiva, per quei beneficiari che non dispongono di un indirizzo email e di alcun altro supporto informatico i buoni saranno stampati dal Comune e consegnati con le modalità che saranno comunicate ai singoli beneficiari", prosegue.

"Il buono spesa digitale - conclude Tassinari - è spendibile nella rete degli esercizi commerciali convenzionati indicati nell'elenco aperto pubblicato sul sito del Comune di Forlì che sarà quotidianamente aggiornato. Il buono spesa può essere utilizzato esclusivamente per l'acquisto di generi alimentari (escluso alcolici) e di articoli per l'igiene personale o della casa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento