Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Bus "a scrocco", dà un falso nome al momento del controllo e finisce nei guai

Il fatto è avvenuto lunedì, a seguito di intervento della Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale, che ha ricevuto la segnalazione da parte di addetti di Start Romagna

Un episodio che porta alla memoria il film "Tre uomini ed una gamba" con Aldo, Giovanni e Giacomo. La Polizia di Stato ha denunciato un 29enne della Guinea, residente a Civitella, per rifiuto di indicazioni e false attestazioni sulla propria identità, nonché violazione delle norme sull’immigrazione. Il fatto è avvenuto lunedì, a seguito di intervento della Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale, che ha ricevuto la segnalazione da parte di addetti di Start Romagna della presenza, sul bus, di uno straniero senza titolo di viaggio che rifiutava di farsi identificare.

Al loro arrivo, anche i poliziotti hanno ricevuto il rifiuto di indicazioni sulle generalità, poi il giovane pareva essersi rinsavito così che ha fornito cognome e nome e data di nascita. Gli agenti, però, hanno sospettato su quanto dichiarato poiché nulla risultava nelle banche dati in ordine a quel nominativo. E' stato quindi accompagnato in Questura per le consuete attività di identificazione attraverso il rilevamento delle impronte digitali. È risultato che l’uomo è in regola con il soggiorno, ma con altre generalità. Per il suo comportamento, quindi, ora dovrà rispondere dei reati in titolo davanti alla magistratura forlivese.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bus "a scrocco", dà un falso nome al momento del controllo e finisce nei guai

ForlìToday è in caricamento