menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cacciatore ferito durante la "braccata", condizioni stazionarie. C'è un indagato

I medici si sono riservati la prognosi dopo un delicato intervento chirurgico, anche se non pare che il ferito sia in pericolo immediato di vita

Restano gravi, ma stazionarie, le condizioni del 62enne rimasto ferito mercoledì mattina durante una battuta di caccia in una zona della collina forlivese, tra Predappio Alta e Monte Mirabello, in particolare nell'area della frazione di Baccanello. Il cacciatore, residente nel comune di Bertinoro, era impegnato in una battuta di caccia al cinghiale con altri cacciatori, quando è stato attinto dal colpo, in un punto piuttosto impervio tra campi agricoli e boscaglia. Immediata è partita la richiesta di soccorso. Durante le prime fasi il ferito aveva lucidità, poi persa in parte nella fase dell'intervento del 118. I medici si sono riservati la prognosi dopo un delicato intervento chirurgico, anche se non pare che il ferito sia in pericolo immediato di vita.

Fino alla tarda serata di mercoledì sono andati avanti gli interrogatori dei Carabinieri della Compagnia di Meldola, al comando del capitano Rossella Capuano, per chiarire i contorni di quello che può essere classificato un incidente. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, guidati dal sottotenente Gino Lifrieri, hanno raccolto le testimonianze dei presenti, ricostruendo le fasi che hanno preceduto il ferimento del 62enne. Secondo quanto appurato, era in atto una "braccata", una tecnica che prevede spostamenti in linea per portare la preda in un'area dove ci sono i cacciatori pronti a colpire.

In quel momento le condizioni atmosferiche non erano ottimali e questo può aver influito sull'incidente. La "braccata" richiede infatti la massima attenzione. affiatamento di squadra e precisione, con padronanza della tecnica ed acuto "senso del selvatico", intuerndo il comportamento dei cinghiali. Potrebbe esserci stato uno spostamento improvviso di uno dei cacciatori dalla propria posizione. E mentre a grilletto premuto il forlivese è rimasto colpito all'addome. Al momento nel registro degli indagati per "lesioni colpose" è finito un ferrarese di 72 anni. L'inchiesta è sul tavolo del sostituto procuratore Lucia Spirito. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento