Cadavere ritrovato nei bagni del Parco della Resistenza: indagini dei carabinieri

Il corpo senza vita di un uomo è stato trovato lunedì mattina nel parco della Resistenza. Il corpo giaceva nel bagno pubblico

Il corpo senza vita di un forlivese di 25 anni è stato trovato lunedì mattina intorno alle 9 nel parco della Resistenza. Il corpo giaceva nel bagno pubblico che si trova nella costruzioni tra la parte antica e quella moderna dei giardini, a pochi metri dalla frequentata area giochi per i bambini. Sul posto si sono portate le ambulanze del 118, anche con l'automedica, ma per il ragazzo non c'era già più niente da fare. Sul posto si sono portate le pattuglie della Polizia e dei Carabinieri. I militari, in particolare, dopo aver transennato l'area hanno effettuato i rilievi scientifici.

Le indagini sono condotte dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e della stazione di Forlì. Il corpo del 25enne è stato rinvenuto riverso per terra. I detective dell'Arma dopo i primi accertamenti hanno escluso la morte violenta. Gli investigatori hanno infatti rinvenuto una siringa nel bagno, il che alimenta il sospetto di una morte per overdose da sostanze stupefacenti. Ma resta da capire se l'involucro sia stato effettivamente utilizzato dal ragazzo e se il decesso sia avvenuto per effetto dell'assunzione di droghe. La salma si trova ora all'obitorio dell'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Vecchiazzano ed è a disposizione dell'autorità giudiziaria per gli accertamenti del caso.

VIDEO - L'intervento di 118 e forze dell'ordine per il ritrovamento di un cadavere

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • "Volevamo avere qualcosa di nostro": tutta la famiglia si rimbocca le maniche ed apre un bar

Torna su
ForlìToday è in caricamento