Cronaca

Caduti nell'oblio, ora mete di turismo: la missione di "Spazi Indecisi" conquista la tv nazionale

La missione dell'associazione Spazi Indecisi" è stato oggetto di un servizio del Tg1 andato in onda nell'edizione serale del venerdì

Decine di luoghi caduti nell'oblio, trasformati in un itinerario diffuso ed attattivo per i turisti. La missione dell'associazione Spazi Indecisi" è stato oggetto di un servizio del Tg1 andato in onda nell'edizione serale del venerdì. In primo piano quindi le immagini dell'ex deposito dei bus Atr, trasformato in un museo interattivo, del Monastero di Scardavilla, disabitato da oltre 200 anni ed al centro di una riserva naturale, conservato grazie all'attenzione e dedizione dei monaci camaldolesi.

Ma anche della vecchia fornace, usata per la produzione di mattone e tegole, e dell'acquedotto di Spinadello. Francesco Tortori, presidente dell'associazione, ha spiegato la genesi del progetto, che ha coinvolto anche fotografi ed esploratori urbani, "che ci hanno restituito un patrimonio pieno di storia". "È stato bello vedere le immagini del Monastero di Scardavilla in un servizio del Tg1 - esclama il sindaco di Meldola, Roberto Cavallucci -. Un immenso grazie all'Associazione Spazi Indecisi che ha coinvolto Meldola nel progetto "InLoco" volto alla creazione di un museo diffuso dei luoghi abbandonati".

servizio-tg1-spazi-indecisi-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caduti nell'oblio, ora mete di turismo: la missione di "Spazi Indecisi" conquista la tv nazionale

ForlìToday è in caricamento