Cronaca

La Romagna con la febbre, col Garbino sfiorati i 39°C. L'Atlantico smorzerà il caldo, ma solo per 48 ore

Nel lunedì post Ferragosto il picco di caldo è stato registrato a Voltre. Quella di lunedì è stata la giornata più calda dall'inizio dell'estate a Forlì

L'intensa ondata di caldo ha raggiunto il culmine. Quella di lunedì è stata la giornata più calda dall'inizio dell'estate a Forlì, con la colonnina di mercurio che alle 16 ha raggiunto la temperatura massima di 37.5°C. Dall'inizio di agosto la stazione meteorologica dell'Arpae del capoluogo mercuriale ha registrato per 15 volte temperature al di sopra dei 30°C, con accentuazione del caldo negli ultimi giorni e massime sempre oltre i 34°C dall'11 agosto. Ma il caldo non allenta la morsa neanche di notte: alla scoccare della mezzanotte di Ferragosto il termometro segnava in città ben 30.5°C. Nel lunedì post Ferragosto il picco di caldo è stato registrato a Voltre, con 38.8°C. Responsabile dell'impennata termica delle ultime ore i venti di caduta dall'Appennino, più intensi lungo la fascia collinare. Guardando le carte meteo si intravede un accenno di refrigerio, anche se le massime continueranno a registrare valori sopra la media del periodo.

L'intensa ondata di caldo africano verrà infatti in parte smorzata dalle correnti più fresche in ingresso dall'oceano Atlantico, verso il Bacino del Mediterraneo, attivate dal rinforzo dell'alta pressione sull'oceano Atlantico. A partire da martedì e poi ancor più mercoledì le temperature diventeranno più clementi. Il cambiamento sarà temporaneo e non accompagnato da piogge. Deluse quindi le aspettative di chi auspicava in un ritorno delle precipitazioni, alla luce anche dello stato di grave sofferenza dellle colture, tenute in vita grazie alle irrigazioni di soccorso e le acque del Canale Emiliano Romagnolo.

Per martedì il servizio meteorologico dell'Arpae prevede infatti nuvolosità variabile al mattino, più compatta sulla Romagna con locali temporali in esaurimento. Le temperature massime sono attese in sensibile diminuzione, con valori tra i 28 gradi della costa e i 33 gradi delle aree di pianura. I venti sono attesi moderati dai quadranti nord-orientali, con raffiche sul mare e sulla fascia costiera, in attenuazione nel corso della giornata e il mare molto mosso al mattino, ma con moto ondoso in attenuazione. Mercoledì sarà soleggiato, con temperature oscillanti tra i 26 della costa ed i 32°C della pianura.

Da giovedì seguirà una nuova ondata di caldo: "Nella seconda parte della settimana si prevede una nuova rimonta del campo di alta pressione subtropicale che continua a presentare valori molto elevati sul Mediterraneo - informa il servizio meteorologico dell'Arpae -. Tale situazione manterrà condizioni di stabilità accompagnate da un nuovo aumento di temperatura su valori superiori alla media, soprattutto nel fine settimana".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Romagna con la febbre, col Garbino sfiorati i 39°C. L'Atlantico smorzerà il caldo, ma solo per 48 ore

ForlìToday è in caricamento