menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cambia il regolamento della pubblicità in strada: saranno possibili pannelli più grandi e luminosi

Cambia il regolamento della pubblicità stradale in città, con procedure burocratiche più snelle, telematiche, ma anche significative modifiche per quanto riguarda le affissioni stradali

Cambia il regolamento della pubblicità stradale in città, con procedure burocratiche più snelle, telematiche, ma anche significative modifiche per quanto riguarda le affissioni stradali, con spazi che potranno avere maggiori superfici e con la possibilità di installare pannelli luminosi e a messaggio variabile. Alcune strade in cui prima era vietato installare plance per le affissioni pubblicitarie ora le vedranno: tutto viale Roma fino al ponte sul Ronco, viale dell'Appennino da Ravaldino fino alla rotonda di via del Partigiano, via Biagio Bernardi, via Campo di Marte e via Alessandro Volta vicino alla stazione. Per l'assessore alle Attività produttive Paola Casara la “revisione arriva all'interno di un obiettivo strategico della giunta, di revisione dei regolamenti più datati”.

Giudizio a luci e ombre da parte di Soufian Hafi Alemani, capogruppo del Pd in Consiglio, che promuove quelle parti del regolamento che eliminano la burocrazia e lottano l'abusivismo nelle affissioni, ma critica la scelta di aumentare gli spazi per le pubblicità: “Esprimiamo prudenza sul combinato disposto tra la scelta di estendere la superficie dei cartelloni e la rimozione del divieto di pannelli pubblicitari previsti dal precedente regolamento su strade più trafficate, per la loro tutela per la sicurezza stradale. Va bene che i pannelli a messaggio variabile avranno variazione ogni 5 minuti, ma bisogna cautelarsi da situazioni potenziali di distrazione da parte di chi guida”  viale dell?Appennino, viale Roma, via Volta, via Biagio Bernardi, si tutelavano vie più trafficate, apriamo da viale Roma fino a fiume Ronco, via Campo di Marte. 

Diversa la posizione di Albert Bentivogli, consigliere della Lega: “E' il codice della strada il faro del regolamento delle affissioni pubbliche, non vedo problematiche nelle strade senza divieto delle affissioni”. Descrive i propositi del nuovo regolamento l'assessore alle Attività produttive Paola Casara, in un comunicato: "Dopo più di 13 anni, abbiamo riscritto un testo più snello ed intuitivo, revisionato e messo a norma in virtù di una città che ha subìto cambiamenti evolutivi inevitabili nel corso di questo abbondante decennio. Il precedente regolamento infatti, non era più rispondente alle esigenze del territorio e alla sua conformazione urbanistica. C’era la necessità di lavorare alla definizione di un testo organico, che accorpasse al suo interno tutte le sfumature della disciplina e andasse incontro alle esigenze più attuali di chi fa impresa. In un momento in cui le aziende soffrono e gli operatori lamentavano agli uffici e all’amministrazione comunale difficoltà oggettive nell’interpretazione del vecchio regolamento, abbiamo cercato di lavorare con i nostri tecnici per veicolare agli operatori un messaggio di fiducia, andando a modificare nel minor tempo possibile un testo che oggi è più flessibile, includente, caratterizzato da una riduzione degli ambiti di intervento e soprattutto più efficace. Per tagliare il traguardo di questo importante provvedimento, che guarda al futuro e strizza l’occhio alle imprese, abbiamo inoltre lavorato con spirito inclusivo, nel rispetto del codice della strada e confrontandoci con tutti gli attori coinvolti nel procedimento”. La delibera di adozione è stata votata a favore dalla maggioranza, contrario il centro-sinistra, astenuto il Movimento 5 Stelle.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento