rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Territorio / Rocca San Casciano

"Cambia Vita" compie tre anni e raccoglie i primi frutti: aumentano i residenti a Rocca, non capitava da 15 anni

Nella tavola rotonda di venerdì ad intervenire per “Cambia Vita” è stato Vincenzo Bongiorno, uno degli ideatori del progetto

Il racconto del Progetto “Cambia Vita” a quasi tre anni dal suo avvio. E’ avvenuto al convegno annuale di Oltreterra, gli stati generali delle comunità dell’Appennino. A promuovere la due giorni di confronto, svoltasi a Capaccio di Santa Sofia presso il Centro operativo di Romagna Acque, sono stati Slow Food Italia, Legambiente, Parco nazionale delle Foreste casentinesi monte Falterona e Campigna, Romagna Acque – Società delle Fonti, AlberItalia. Nella tavola rotonda di venerdì ad intervenire per “Cambia Vita” è stato Vincenzo Bongiorno, uno degli ideatori del progetto.

“Dalla nostra esperienza sul campo - ha affermato - abbiamo avuto conferma che per essere attrattivi, e quindi per ripopolare la montagna, occorre far sperimentare e anche comunicare la capacità, il fascino di essere comunità, nella semplicità degli strumenti. Questo è un tesoro di cui in tantissimi vanno in cerca. Lo si percepisce dalle tantissime mail ricevute in questi anni. In una, ad esempio, ci hanno scritto: ‘Siamo rimasti colpiti da questo progetto perché abbiamo bisogno di sentirci parte integrante di un luogo’. Come Progetto, nel dicembre 2019, siamo proprio partiti dalla ferma convinzione che vivere in un paese di montagna sia una fortuna, una risorsa da riscoprire”. Sull’evoluzione di “Cambia Vita” poi Bongiorno ha aggiunto: “Siamo arrivati ad un punto impensabile all’inizio: le persone, anche famiglie con figli in età scolare, che vorrebbero trasferirsi a Rocca San Casciano non mancano, ma abbiamo riscontrato che a mancare sono invece le case affittabili. Questo è un punto su cui, qualche mese fa, abbiamo svolto un’assemblea pubblica con la cittadinanza. Continueremo a lavorarci”.

Alla platea di Oltreterra, Bongiorno ha anche sottolineato: “E’ buono il cammino avviato a Rocca. I frutti si iniziano a vedere. Nel 2021 vi sono stati 9 nati, 27 decessi, 63 nuovi cittadini, provenienti da altri comuni e 21 che invece sono emigrati. Il saldo totale? Più 24 residenti. Non capitava da quindici anni, in doppia cifra da oltre vent’anni. Ora la prossima sfida è replicare il segno più anche al consuntivo demografico del 31 dicembre 2022”. L’iniziativa portata avanti a Rocca San Casciano ha ricevuto grande apprezzamento e interesse da parte dei presenti. A latere del convegno, vi è stato un momento di incontro e di saluto tra Gabriele Locatelli di Slow Food Italia e artefice di Oltreterra fin dal suo inizio e la delegazione rocchigiana, formata oltre che da Bongiorno, dal consigliere comunale Raffaele Faccini in rappresentanza dell’Amministrazione, da Marco Valenti, ex segretario di Confartigianato Forlì, e dall’imprenditore Gianluca Ginestri.

Il Progetto “Cambia Vita”, promosso dal Comune di Rocca San Casciano in collaborazione con Associazione culturale Tradizioni Acquacheta e con Confedilizia Forlì-Cesena, ha finora ricevuto il fondamentale sostegno economico della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, e anche l’aiuto di Confartigianato Forlì, Confedilizia Forlì-Cesena, Gruppo Ginestri, Fabbri Boutiques e Conad City di Rocca. Per info sul progetto si può visitare il sito www.cambia-vita.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cambia Vita" compie tre anni e raccoglie i primi frutti: aumentano i residenti a Rocca, non capitava da 15 anni

ForlìToday è in caricamento