L'addio al vigile del fuoco Lorenzo Facibeni: al Bufalini la camera ardente

All'esterno della caserma di viale Roma, sede del comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Forlì-Cesena, ci sono alcuni mazzi di fiori

E' un vuoto incolmabile quello che ha lasciato Lorenzo Facibeni, il vigile del fuoco di Predappio di 52 anni morto sabato scorso dopo aver lottato per due mesi contro il covid-19. All'esterno della caserma di viale Roma, sede del comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Forlì-Cesena, ci sono alcuni mazzi di fiori, portati da gente comune in segno di cordoglio e vicinanza al personale del 115 e ai familiari della vittima. Da martedì mattina fino alle 9 di mercoledì l'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena ospiterà la camera ardente, allestita dai colleghi. Poi ci sarà l'ultimo saluto, in forma strettamente privata come impongono le nuove regole.

La pagina Facebook è ricca di messaggi di cordoglio e ricordi. Scrive il collega Luca Loberto: "Anche nei  distaccamenti di Cesenatico, Savignano, Civitella e Modigliana rimarrà per sempre un ricordo bellissimo di te, del tuo sorriso, ironia e professionalità. Hai contribuito alla realizzazione di un sogno e crescita personale sia mia che di altri nostri colleghi-fratelli. Rimarrai per sempre nei nostri cuori. Nessuno si potrà mai dimenticare l'ironica frase "Ma di meglio non ce 'erano?". Ti vogliamo bene Lorenz, riposa in pace".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli fa eco Giuseppe Loberto: Lorenzo era "un ottimo istruttore e persona speciale che ha sempre lanciato il cuore oltre ogni ostacolo con la sua consueta professionalità associata al sorriso ed empatia per la comune passione per i Vigili del Fuoco". Domenica il Corpo gli ha tributato un video, con "Il mio canto libero" di Lucio Battisti a far da sottofondo alle immagini del pompiere che non c'è più, ma che rimarrà per sempre nei cuori di chi l'ha conosciuto e vissuto.

Il dramma: Lorenzo non ce l'ha fatta

Il cordoglio: "Profondo dolore. Era altruista"

I colleghi: "Stava realizzando il sogno di una vita"

Il video: il tributo dei colleghi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Forlì parte la ribellione delle palestre: "Se imporranno la chiusura, non chiuderemo"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Meldola in lutto per la scomparsa di Stefanino, il sindaco: "Una figura speciale per tutti"

  • Travolto all'uscita della scuola: bimbo trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Non paga i debiti della propria azienda: l’imprenditore creditore assolda i killer per ucciderlo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento