Due cantieri al via: quello per riportare al volto antico il Parco della Resistenza e la ciclabile campus-stazione

Nel 2020 si apriranno due importanti cantieri nel Quartiere Razionalista della città, vale a dire quello della stazione e di piazzale della Vittoria

Nel 2020 si apriranno due importanti cantieri nel Quartiere Razionalista della città, vale a dire quello della stazione e di piazzale della Vittoria, e si andrà così a mettere mano alla riqualificazione di viale della Libertà e della parte antica del Parco della Resistenza, quindi sui due lati del monumento ai Caduti. “Sono tutti cantieri che hanno una logica e non interventi spot, che insistono su una zona di Forlì per troppo tempo trascurata”, illustra il sindaco Gian Luca Zattini. Lo scopo è, soprattutto per il Parco della Resistenza, di “ritornare alla sua immagine originale, con la sua origine ottocentesca”, sempre il primo cittadino.

Parco della Resistenza

I lavori in partenza su entrambi i fronti ammontano a circa mezzo milione di euro l'uno. La situazione più preoccupante è per il giardino più antico della città, che vanta alberature alte e maestose. Qui è previsto un cantiere di riqualificazione per un totale di 900mila euro, di cui 561mila già disponibili per un progetto esecutivo che vede il recupero dei muri attualmente puntellati per rischio crollo del sentiero che porta all'area rialzata, e poi la riqualificazione di tutti i camminamenti, togliendo l'asfalto dove presente, consistenti potature agli alberi, rifacimento delle siepi, ripristino degli arredi come erano originariamente, riattivazione delle fontanelle e della fontana dei pesci.

Giardini del Museo: un piano per recuperare i posti auto persi
Sicurezza stradale, arrivano le ciclabili su via Correcchio e via Decio Raggi

Pista ciclabile in viale della Libertà

E sempre nel 2020 si potrà vedere all'opera un altro cantiere, quello che permetterà di costruire una pista ciclabile in viale della Libertà, un percorso di 1,3 chilometri tra la stazione e il campus universitario di viale Corridoni. Anche in questo caso il finanziamento di 570mila euro, reso disponibile dal Ministero delle Infrastrutture per collegamenti ciclabili di questo tipo, è già utilizzabile. Nel progetto è ricompresa anche una velostazione vicino al punto bus con circa 100 posti bici al sicuro dai furti (il problema maggiormente sentito da chi raggiunge la stazione ferroviaria in bici), che però potrebbe essere realizzata  dentro lo stabile della stazione. Poi il percorso si snoderà sul marciapiede compreso tra il viale e il controviale sul lato 'Portici' di viale della Libertà. La pista ciclabile, attraversato piazzale della Vittoria, entra in via Porta Cotogni ed eliminando i posti auto sul lato destro, arriverà fin dentro il giardino del campus universitario.

Ed è solo il primo intervento su viale della Libertà. Nel piano degli investimenti delle opere pubbliche, infatti, il Comune ha messo 2,5 milioni di euro per il recupero generale del viale, 500mila euro nel 2020, un milione nel 2021 e un altro milione del 2022. Nel progetto vi è anche un'illuminazione monumentale del viale che dovrebbe fungere da asta principale nella visita del Quartiere Razionalista, che Forlì da anni sta cercando di promuovere come progetto turistico legato alla sua storia del Novecento.

presentazione-lavori-pubblici-21-01-2020-4

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento