menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sconti in cambio di volontariato: ecco la carta giovani

CARTA GIOVANI è un progetto sperimentale che il Comune di Forlì (Assessorato alle Politiche Giovanili), in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna

Sono stati presentati mercoledì mattina i progetti di volontariato e cittadinanza attiva che i ragazzi potranno svolgere nell'ambito del progetto “Carta Giovani” . Il progetto, realizzato dal comune di Forlì-Assessorato alle Politiche Giovanili in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, prevede, infatti, per i giovani tra i 14 e i 29 anni che vivono , studiano o lavorano a Forlì , delle importanti opportunità sia dal punto di vista commerciale, attraverso sconti ed agevolazioni , a partire da una soglia minima del 10%, presso svariati esercizi commerciali ed enti pubblici e privati aderenti, sia dal punto di vista formativo, attraverso la possibilità per i ragazzi di partecipare a percorsi di pubblica utilità e volontariato cittadino.

I giovani che hanno già ritirato o ritireranno la propria carta giovani presso i vari punti di distribuzione (Fabbrica delle Candele, URP/Informagiovani, Biblioteca, Teatro, Centri di Aggregazione e Circoscrizioni), avranno la possibilità di aderire alle proposte progettuali che numerose Associazioni di volontariato, culturali e vari Enti hanno presentato e che sono state selezionate da una commissione comunale, scegliendo di partecipare ad una o più di queste e svolgendo un servizio di volontariato per la comunità da un minimo di 20 ore ad un massimo di 80 ore.

In seguito all'attività prestata, i ragazzi otterranno un piccolo premio, come riconoscimento per il loro impegno:abbonamenti a cinema e teatro, viaggi in città d'arte, buoni libro e tecnologie.

In seguito all'ottima risposta delle associazioni, i ragazzi avranno la possibilità di scegliere tra ben 29 proposte di percorsi di volontariato pubblicati sul sito del Comune www.giovaniaforli.fc.it , che spaziano tra gli ambiti più diversi: dal versante socio-sanitario, a quello dell'integrazione , a quello della cultura e delle attività ludico-ricreative.

Sul fronte dell'integrazione , dell'insegnamento della lingua italiana a stranieri,del sostegno all'attività didattica, allo svolgimento dei compiti ed alla socializzazione, in particolare per adolescenti e ragazzi, si collocano le proposte delle Associazioni Pensiero e Azione, Koinè-cittadini del mondo, LVIA-Forlì nel mondo, Villafranca crea e del centro Welcome, attivo presso la parrocchia di Ravaldino.

Nell'ambito della realizzazione di attività laboratoriali e di animazione per ragazzi si trovano le proposte della Cooperativa l'Accoglienza ,della Cooperativa Paolo Babini (presso il Centro Officina 52 e presso il Centro educativo san Paolo) e della Pastorale Giovanile, mentre l'Associazione Gli Elefanti propone un percorso di sostegno ai ragazzi con difficoltà di apprendimento e l'Anffas laboratori e attività per i ragazzi disabili.

L'associazione universitaria Koinè propone di partecipare alla progettazione dell'associazione stessa (realizzazione del giornalino, web radio e cineforum) e nell'attività di accoglienza e supporto agli studenti Erasmus.

Un percorso a contatto con il disagio e le nuove povertà è quello presentato dalla Caritas, sia nell'attività di preparazione dei pasti e dei pacchi viveri, sia nell'attività didattica e di animazione.

Sul versante socio-sanitario le proposte di AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), LILT (Lega Italiana Lotta contro i Tumori), AIL (Associazione Italiana Leucemie), AVO (Associazione Volontari Ospedalieri) e La Rete Magica-Amici per il Parkinson e l'Alzheimer propongono percorsi finalizzati, nei diversi ambiti e con diverse modalità, all'accoglienza , all'ascolto ed al sostegno di chi convive con la malattia, attraverso esperienze di condivisione e socializzazione.

In ambito sportivo sono presenti le proposte di AICS, attraverso iniziative ludico-ricreative nel periodo estivo e di Incontro senza barriere, nel sostegno a persone con disabilità in attività sportive.

Sul fronte del sociale l'associazione Con-tatto presenta un progetto di ascolto dei bisogni delle famiglie dei carcerati, l'associazione Bondini un percorso di animazione ed affiancamento per anziani e la Pubblica assistenza Città di Forlì un progetto per formare i giovani al primo soccorso e all'affiancamento durante i servizi di taxi sanitario in ambulanza.

Sul fronte ambientale l'associazione Amici dei Cani di Bagnolo propone un percorso di cura dei gatti ospiti del rifugio e di apprendimento del controllo del fenomeno del randagismo felino.

Il comitato dei genitori della scuola Bersani offre ai ragazzi la possibilità di seguire ed accompagnare i bambini nei percorsi sicuri casa-scuola, mentre il Centro Pace chiede ai giovani un aiuto nella sensibilizzazione ed informazione delle proprie attività.

Anche l'Unità Politiche Giovanili del Comune ha formulato un proprio progetto per coinvolgere i ragazzi nel tour informativo di carta giovani e nella realizzazione delle iniziative sul tema della legalità.

I ragazzi interessati dovranno consegnare il modulo , che troveranno sul sito, compilato e firmato alla Fabbrica delle Candele e di seguito sarà fissato un incontro con il referente dell'Associazione scelta.

I ragazzi potranno inviare i moduli da febbraio a fine ottobre, essendo fissata per novembre 2013 la fine dei progetti, quando sarà riaperto il bando ed le associazioni potranno presentare nuove proposte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento