Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Casa e lavoro, per le donne è ancora dura conciliare: 5 progetti con “Restituiamo tempo alle famiglie”

Per combattere la disparità, nel 2019 la Provincia ha lanciato un progetto denominato “Restituiamo tempo alle famiglie”, che aveva e ha tuttora l’obiettivo di promuovere delle attività rivolte a sostenere la presenza paritaria delle donne nella vita economica

La differenza di genere in ambito lavorativo è una problematica che macchia anche la provincia di Forlì-Cesena, dove lo scarto di retribuzione media oraria giornaliera tra uomini e donne è pari al 17%. Per combattere la disparità, nel 2019 la Provincia ha lanciato un progetto denominato “Restituiamo tempo alle famiglie”, che aveva e ha tuttora l’obiettivo di promuovere delle attività rivolte a sostenere la presenza paritaria delle donne nella vita economica del territorio, favorendo l'accesso al lavoro, i percorsi di carriera e la promozione di progetti di welfare aziendale finalizzati al miglioramento della qualità della vita delle persone.

Il progetto, dalla nascita fino a oggi, ha trovato l’adesione di molte rappresentanze sindacali oltre che di associazioni di categoria, aziende profit e rappresentanti del mondo del privato sociale (18 Comuni, un'azienda sanitaria, l’università di Bologna, 7 aziende no profit, 4 organizzazioni sindacali, 9 associazioni, 3 cooperative del privato sociale, 3 CUG, 3 istituzioni pubbliche e 7 enti di formazione professionale, con un budget regionale di 32.000 euro). A fare il punto del progetto è stato il presidente della Provincia Gabriele Fratto: “ Abbiamo elaborato un progetto che determinerà un cambiamento a partire dalla nostra società provinciale”. La consigliera provinciale con delega alle Pari opportunità, Lorena Batani mette in rilievo l'aggravamento della situazione: “L’emergenza sanitaria aggrava questa situazione: molte donne lavorano nei servizi sanitari e di welfare, è faticoso conciliare l’impegno con la necessità di organizzare la vita familiare in un contesto nel quale i figli sono a casa da scuola”.

“Restituiamo tempo alla famiglie” è partito da quattro tavoli di lavoro: uno ciascuno per gli enti pubblici, per le imprese, per il mondo cooperativo/no profit e per il commercio/artigianato.  E’ stato chiesto ai componenti dei quattro tavoli di presentare una candidatura di progetto per ciascun tavolo, due per quello degli enti pubblici, il più numeroso . Il progetto vuole quindi individuare azioni e interventi che possano far vedere la possibilità di sostenere e supportare la famiglia, permettendo di poter avere un’autonomia lavorativa. Sempre Batani: “Aver messo insieme mondi così diversi è già un grande successo, questo deve essere un patrimonio da mantenere, perché ci saranno nuovi progetti”. Il problema è sentito, aggiunge la consigliera provinciale di Parità Carla Castellucci: “Tra le pratiche che arrivavano al mio tavolo, la maggioranza riguardavano donne che chiedevano la modifica del loro orario di lavoro, non riuscivano a conciliare la cura di minori o altre persone a loro carico”.

A Bertinoro il progetto ha permesso di salvare il centro educativo di Fratta Terme, che a causa del Covid rischiava di chiudere i battenti dato che non c'erano le iscrizioni necessarie per poterlo portare avanti. A Rocca San Casciano il Gruppo Ginestri ha lavorato per coniugare la vita lavorativa con quella familiare delle  sue lavoratrici e aumentare le possibilità legate alla legge 104. Il Consorzio di solidarietà sociale ha adottato strumenti di flessibilità organizzativa proprio per agevolare l’accudimento dei figli. Sul progetto del Comune di Forlì, il finanziamento di 3500 euro è andato a beneficio di tre donne. Una di esse era sola e con un figlio con età superiore agli otto anni, per cui tutte le previsioni normative erano a lei insufficienti. Collegato al progetto c'è stato anche un concorso per la progettazione del logo, vinto dalla classe 3^ A del Liceo Artistico Canova di Forlì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa e lavoro, per le donne è ancora dura conciliare: 5 progetti con “Restituiamo tempo alle famiglie”

ForlìToday è in caricamento