Cronaca

Partiti i lavori per la "Casa della salute": un cantiere da 12 milioni di euro per i servizi sanitari non ospedalieri

Per l'edificio sono a disposizione 11,9 milioni di euro, in crescita rispetto ai primi stanziamenti per effetto dell'aumento dei costi di carburanti e materie prime

E' partito il cantiere per la costruzione della “Casa della Salute” o “Casa della Comunità” come viene chiamata con la più recente dominazione, il polo di servizi sanitari non ospedalieri dell'Ausl che troverà spazio nella zona Portici, nell'area inedificata a fianco del supermercato Coop, prospiciente sulla rotonda tra via Vespucci e via Colombo. Il cantiere sarà impiantato il prossimo mese di gennaio e da questa settimana sono in corso le bonifiche belliche. 

A dare l'aggiornamento, nel consiglio comunale di lunedì pomeriggio, è stata l'assessora al Welfare Barbara Rossi, su sollecitazione di un'interrogazione question time dei consiglieri del M5s  Eros Brunelli e Franco Bagnara. Per l'edificio sono a disposizione 11,9 milioni di euro, in crescita rispetto ai primi stanziamenti per effetto dell'aumento dei costi di carburanti e materie prime. “I fondi sono già nella disponibilità dell'Ausl Romagna”, aggiunge Rossi. Il cantiere è da chiudere entro dicembre 2025, come d'obbligo per le opere finanziate col Pnrr.

Il consigliere Brunelli spiega che “aspettiamo con ansia questa casa della salute, con le criticità della sanità pubblica, che attanagliano in questo periodo Forlì e tutto il Paese, impongono attenzione e visione per il futuro, quindi progettualità di opere per dare risposte concrete ai cittadini. La Casa della salute è un tassello fondamentale per porre rimedio a problematiche riguardanti la salute dei forlivesi, in quanto potrebbe alleggerire il lavoro del Pronto Soccorso di Forlì e mitigare i tempi delle liste di attesa per visite specialistiche”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partiti i lavori per la "Casa della salute": un cantiere da 12 milioni di euro per i servizi sanitari non ospedalieri
ForlìToday è in caricamento