Una cascata di acqua fognaria nell'alveo del Bidente: "Le forti piogge hanno attivato lo scolmatore del depuratore"

Una cascata d'acqua e rifiuti. Sulla questione si è subito attivato il Comune

Scarico di liquami nell'alveo del Bidente. Ha creato non poco stupore un video diffuso attraverso i sociali di quanto accaduto mercoledì scorso in località Capoponte, nel comune di Galeata. Una cascata d'acqua e rifiuti. Sulla questione si è subito attivato il Comune. Spiega il sindaco Elisa Deo: "Il depuratore è gestito interamente dal Gruppo Hera Spa da oltre 20 anni. Non appena avuto notizia dell'accaduto l'amministrazione, che da sempre si distingue per la marcata sensibilità ambientale e tutela del territorio, ha prontamente provveduto a chiedere delucidazioni in merito".

"Dopo un lungo periodo di siccità, a causa della forte pioggia, concentrata in un ristretto intervallo di tempo, si è attivato lo scolmatore del depuratore di Galeata - è la comunicazione di Hera -. Lo scolmatore, in un impianto di depurazione, è un manufatto appositamente progettato, costruito ed autorizzato dagli enti di controllo, che serve a salvaguardare l’impianto rispetto a fenomeni come questo e quindi consentire che venga trattata la quantità di refluo fognario trattabile e che venga scaricata la quantità in eccesso direttamente nel mezzo ricettore finale (fiume) senza il trattamento".

Viene spiegato che "la cascata visibile nel filmato è stata formata dall’insieme di acque depurate dall’impianto ed acqua non depurata che è stata scaricata dal citato scolmatore. Tale effetto non ha nulla a che vedere con presunti mal funzionamenti dell’impianto di depurazione che è rimasto sempre in funzione regolarmente nel corso dell’evento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Appurato che questi accadimenti sono legati ad eventi meteorologici eccezionali e rientrano nella normalità di funzionamento dei depuratori (così avviene praticamente ovunque, basti pensare alle aperture delle reti fognarie nelle zone di mare ed il conseguente temporaneo divieto di balneazione), l'amministrazione avrà premura di sollecitare Hera affinché vengano apportate migliorie o vengano adottate misure idonee atte ad evitare gli scolmamenti diretti in fiume", comunica il sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Aeroporto, il Ridolfi torna sui radar di tutto il mondo: si parte con i voli commerciali

  • Coronavirus, contagi in aumento. Bonaccini non esclude una stretta sulle scuole

  • Forlì spiccherà il volo verso Spagna, Germania e Ungheria: ufficializzata la terza compagnia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento