Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Covid, oltre 450 contagi a Ferragosto in Emilia Romagna. A Forlì il numero più basso di nuovi positivi

Il 97% dei casi attivi in Emilia Romagna è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. Aumentano i guariti (+321). Due decessi. L’età media dei nuovi positivi è 36,7 anni

Con appena cinque nuovi positivi, quattro dei quali con sintomi, il comprensorio Forlivese fa il registrare la crescita più bassa di contagi al covid-19 in Emilia Romagna nelle ultime 24 ore (4 in città ed uno a Forlimpopoli). All'indomani di Ferragosto si contano 267 casi attivi, dieci dei quali ricoverati in ospedale con sintomi. I guariti in provincia sono stati 44, mentre i nuovi contagi 18. Nel Cesenate si contano 341 casi attivi, con quattro persone ricoverate (una delle quali in Terapia Intensiva).

In Emilia Romagna

In regione si sono registrati 458 nuovi positivi su un totale di 11.047 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (5.053 molecolari e 5.994 rapidi). La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 110 nuovi casi e poi Rimini (69) e Bologna (66). Seguono Ferrara (52) e Parma, Ravenna e Reggio Emilia, ognuna con 36 casi. Quindi il Circondario Imolese (25), Cesena (13), Piacenza (10) e Forlì (5). 

La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da domenica è del 4,1%, un valore non indicativo dell’andamento generale visto il numero di tamponi effettuati, che la domenica è inferiore rispetto agli altri giorni. Inoltre, nei festivi soprattutto quelli molecolari vengono fatti prioritariamente su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo.

Dei 458 nuovi contagiati, 172 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 111 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 116 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di lunedì è 36,7 anni. Sui 172 asintomatici, 97 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 11 con gli screening sierologici, 19 tramite i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 1 con i test pre-ricovero. Per 44 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 321 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 377.023. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a lunedì sono 13.278 (+135 rispetto a domenica). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 12.894 (+112), il 97% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano due decessi: si tratta di una donna di 87 anni della provincia di Reggio Emilia e di uomo di 78 anni della provincia di Modena. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.302.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 40 (+5 rispetto a domenica), 344 quelli negli altri reparti Covid (+18). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 1 a Piacenza (+1 rispetto a domenica), 3 a Parma (invariato), 2 a Reggio Emilia (invariato), 10 a Modena (+1), 11 a Bologna (+2), 2 a Imola (invariato), 7 a Ferrara (invariato), 1 a Ravenna (invariato), 3 a Rimini (+1). Nessun ricovero a Forlì e Cesena.

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi sono stati eliminati in totale cinque casi: quattro positivi a test antigenico ma non confermati da tampone molecolare e uno in quanto giudicato non-Covid 19.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, oltre 450 contagi a Ferragosto in Emilia Romagna. A Forlì il numero più basso di nuovi positivi

ForlìToday è in caricamento