menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Franco Bonferroni

Franco Bonferroni

Isoldi, entra in ballo anche la politica. Spuntano cose interessanti

L'inchiesta sul caso Isoldi ora "setaccia" anche la politica. E' stato sentito, infatti, Franco Bonferroni consigliere di Finmeccanica nonché ex parlamentare Dc, amico di Pierino. Sembra essere stato il trait d'union per l'ex re del mattone tra affari e politica

L'inchiesta avviata dalla Procura di Forlì sul caso Isoldi ora “setaccia” anche la politica. La settimana scorsa è stato, infatti, sentito come persona informata sui fatti Franco Bonferroni, 74 anni, consigliere influente di Finmeccanica nonché ex parlamentare democristiano amico da anni di Pierino Isoldi, già indagato dalla procura di Roma per finanziamento illecito ai partiti. Due ore circa di interrogatorio durante il quale sembrano essere saltate fuori cose interessanti ma di cui ancora non è trapelato il contenuto.

Il nome del politico è emerso visionando, da parte degli inquirenti, le carte sequestrate all'imprenditore di Bertinoro che da giugno scorso si trova in carcere con l'accusa di appropriazione indebita per 13 milioni e reati fiscali. Sembra che i due avessero rapporti già dal 2008 quando Isoldi tentò di ampliare il suo potere con la scalata alla società Aedes, quotata in borsa a Milano. Fu allora che venne in rapporti con Bonferroni, forse diventato il trait d'union per Pierino tra affari e politica. I pm Fabio di Vizio e Marco Forte vogliono vederci chiaro in questa vicenda che sembra avere anche risvolti politico-finanziari.

Intanto mercoledì gli avvocati difensori di Isoldi hanno rinunciato all'udienza in appello al Tribunale del Riesame di Bologna al quale si erano rivolti per ottenere gli arresti domiciliari. L’inchiesta per la quale il noto imprenditore bertinorese si trova attualmente in carcere riguarda accuse per evasione fiscale, estorsione e appropriazione indebita, che sarebbero avvenute nella costruzione della sua villa faraonica, un “castello” pieno di lusso e sfarzo, a Bertinoro. Nel frattempo sembra sfumare anche l'ipotesi del patteggiamento: l'ex re del mattone dovrà prima saldare tutti i debiti con l'Agenzia delle entrate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento