menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesca Metri

Francesca Metri

Castrocaro, il sindaco assicura: "Telecamere ai quattro varchi di accesso"

Il sindaco Francesca Metri: "Abbiamo approvato il progetto esecutivo per l’installazione di quattro postazioni fisse di telecamere in corrispondenza dei quattro principali varchi di accesso al paese"

“La sicurezza è sempre stata al centro dell’attenzione di questa Amministrazione Comunale”. Lo assicura il sindaco uscente (o forse ricandidato, nulla è ancora definitivo) di Castroca-Terra del Sole, Francesca Metri. Che risponde così alle lamentele di alcuni cittadini circa lo scarso impegno del Comune sul fronte della sicurezza. Metri ribadisce che l’Amministrazione “si è fortemente adoperata sia per il potenziamento della locale Stazione dei Carabinieri sia per un utilizzo delle forze di Polizia municipale in direzione della prevenzione e del controllo del territorio, pur dovendo garantire dei servizi come quello scolastico che, comunque, sono necessari.”.

“Sull’argomento, tengo a precisare che la Giunta di questo Ente ha approvato un progetto esecutivo – spiega Metri - e, quindi, di immediata attuazione, per l’installazione di quattro postazioni fisse di telecamere in corrispondenza dei quattro principali varchi di accesso al paese ( Porta Romana a Terra del Sole, incrocio fra Via Rio Cozzi, Via Biondina e Via delle Sorgenti, Ponte di Via Conti, Via Flavio Biondo)”.

“In ogni postazione verranno collocate 4 telecamere – spiega il sindaco - destinate, nel numero di due, al rilevamento ed alla lettura delle targhe con un sistema innovativo ad alta definizione efficace in qualunque condizione climatica, di velocità e di luminosità e le restanti due telecamere alla contestuale ripresa dell’ambiente circostante.”


“L’impianto tecnico e la  metodologia di registrazione dei dati ubbidiscono in pieno alle vigenti normative di legge anche in tema di tutela della privacy – assicura la prima cittadina -. Il costo complessivo del progetto, comprensivo di materiali e attrezzature, lavori di realizzazione della rete, installazione dei sistemi di rilevazione dei dati e quant’altro necessario per l’attivazione della videosorveglianza ammonta ad €. 45.000,00: mi viene spontaneo dire alla cittadinanza tutta che il problema vero non è quello delle poltrone ma, piuttosto, quello di rinvenire i fondi per finanziare questi interventi, soprattutto in tempi come quelli che corrono.  Ed è per questo che la soddisfazione per essere riusciti a finanziare questa spesa è anche più grande”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento