menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Parlamento ci ripensa: "Tornano le catene da neve"

Le catene da neve non andranno in pensione. Marcia indietro del Parlamento, con la Commissione Bilancio che ha inserito nella legge di Stabilità una norma che abroga l'uso esclusivo delle gomme invernali

Le catene da neve non andranno in pensione. Marcia indietro del Parlamento, con la Commissione Bilancio che ha inserito nella legge di Stabilità una norma che abroga l'uso esclusivo delle gomme invernali. Si tratta di "un grande risultato seguito con fermezza dall' Asaps", ha affermato il presidente dell'Associazione sostenitori della Polstrada, Giordano Biserni, che ha aggiunto: "Fa piacere che ogni tanto anche in Parlamento ci si renda conto di un errore".

"E' il caso - ha sottolineato l'Asaps - dell'approvazione dell'emendamento nella legge di sviluppo che prevedeva, in talune condizioni, la possibilità dell'utilizzo esclusivo delle gomme da neve, estromettendo di fatto l'uso delle catene. Quell'assurda norma, che è vissuta appena pochi giorni, aveva ingenerato solo confusione e perplessità fra gli automobilisti e fra le stesse forze di polizia che si sarebbero trovate di fronte ad una frastagliata carta geografica con strade in uso esclusivo alle gomme da neve e altre no".

"L'Asaps - ha spiegato Biserni - ha da sempre sostenuto la praticità e l'efficacia delle gomme invernali, che nessuno può mettere in discussione, ma nell'università della neve e del ghiaccio se le gomme invernali superano bene gli esami, le catene rimangono da 30 e lode". L'associazione ha anche espresso contrarietà all'aumento automatico delle sanzioni dal primo gennaio.

"Crediamo che nel rispetto dei fondamentali della sicurezza stradale certe modifiche della legge non siano assolutamente condivisibili e la nostra voce con la reazione dell’opinione pubblica, rilanciata dagli organi di stampa, insieme al sostegno delle associazioni dei consumatori, ha portato alla retromarcia su una norma che costituiva una sorta di ulteriore prelievo sulla tredicesima. Mai ripensamento fu più felice", ha concluso Biserni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento