rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Centenario della Prima Guerra Mondiale, si ricordano i 'Gialli del Calvario'

Tra queste vi è stato il corteo davanti al Monumento ai Gialli del Calvario, preceduto e accompagnato dalla Banda musicale di Carpinello. In Piazza Dante di fronte al monumento che ricorda il sacrificio dei militari appartenenti all'11° reggimento Fanteria della Brigata Casale si è svolta la cerimonia commemorativa

Sabato una serie di manifestazioni hanno celebrato gli ex Combattenti forlivesi a ricordo di tutti i caduti, feriti e mutilati che parteciparono al 1° conflitto mondiale. Nel centenario dell'ingresso del nostro Paese alla Prima Guerra Mondiale (24 maggio 1915) la Confederazione fra le Associazioni Combattentistiche di Forlì ha promosso e organizzato insieme al Comune di Forlì una serie di manifestazioni commemorative.

Tra queste vi è stato il corteo davanti al Monumento ai Gialli del Calvario, preceduto e accompagnato dalla Banda musicale di Carpinello. In Piazza Dante di fronte al monumento che ricorda il sacrificio dei militari appartenenti all'11° reggimento Fanteria della Brigata Casale si è svolta la cerimonia commemorativa con la deposizione di una Corona. Renderà gli onori un picchetto militare del 66° reggimento Fanteria Aeromobile "Trieste".

Prima Guerra Mondiale, commemorazione Gialli del Calvario

Chi erano i Gialli del Calvario - Il reggimento era formato quasi esclusivamente da soldati forlivesi e cesenati e subì pesantissime perdite nella battaglia per la conquista del Monte Podgora. "L'8 agosto 1916 - così riportano i testi di storia dell'epoca - grande merito veniva riconosciuto all'11° Rgt. Fanteria della Brigata Casale per la presa di Gorizia. La vittoria giungeva al termine di oltre un anno di sforzo bellico durissimo consumato nelle battaglie dell'Isonzo. Strenuo baluardo della linea di difesa austroungarica era una collina chiamata Monte Podgora o Calvario, punto strategico che venne espugnato proprio dai romagnoli. Dopo la conquista di Gorizia l'11° Fanteria venne fregiato dell'appellativo "Gialli del Calvario", per il colore delle mostrine cucite sulla divisa e per l'eroismo dimostrato sulle pendici di quel colle".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centenario della Prima Guerra Mondiale, si ricordano i 'Gialli del Calvario'

ForlìToday è in caricamento