menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centri estivi, nasce una piattaforma digitale per gestire i servizi adattati all'emergenza sanitaria

I centri estivi hanno come obiettivo principale il benessere e la serenità dei bambini. Vi saranno giochi di movimento e percorsi psicomotori individuali, letture animate nel parco, laboratori artistici e manipolativi

Per la gestione dei centri estivi delle cooperative Paolo Babini, l'Accoglienza e Domus coop è attiva a partire la piattaforma WeForlì che rappresenta un ulteriore segnale positivo dell’Italia cooperativa che nell’emergenza è stata in grado di riorganizzarsi offrendo una risposta adeguata ai nuovi bisogni. La piattaforma weforlì è promossa dal Consorzio Solidarietà Sociale Forlì-Cesena con il contributo della Fondazione Carisp di Forli, e offre diversi servizi dedicati ai bambini e ai giovani di età compresa tra i 3 e i 17 anni nell'ambito dei centri estivi. All'interno della piattaforma gli utenti potranno scegliere tra diversi servizi che offrono agli utenti uno spazio di aggregazione e divertimento, centrato soprattutto sull'attività all'aria aperta secondo le indicazioni del "Protocollo Regionale Emilia-Romagna attività ludico ricreative centri estivi per bambini dai 3 ai 17 anni”.

I centri estivi hanno come obiettivo principale il benessere e la serenità dei bambini. Vi saranno giochi di movimento e percorsi psicomotori individuali, letture animate nel parco, laboratori artistici e manipolativi, ludoteca, spazio compiti e attività di recupero scolastico, cineforum e laboratori comunicativo-espressivi. Il servizio offre anche sostegno educativo ai bambini disabili inseriti dal Comune di Forlì. All'ingresso delle strutture sarà effettuato un triage secondo le normative del protocollo regionale e nessun genitore o accompagnatore potrà aver accesso alla struttura del centro estivo che per ogni eventualità e comunicazione potrà mettersi in contatto con l'educatore di riferimento.

“I primi servizi che saranno subito operativi, e su cui ci testeremo, sono i centri estivi delle cooperative sociali Domus coop, Paolo Babini e L’Accoglienza; tramite la piattaforma ci si potrà infatti informare velocemente e procedere all’iscrizione. Questo sarà solo l’inizio dell’implementazione di una proposta di servizi che intende utilizzare al meglio le risorse disponibili, per costruire quella che vuole essere la piattaforma del welfare territoriale”, spiega Marco Conti, Presidente Consorzio Solidarietà Sociale. Mette a disposizione la piattaforma CGM.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento