menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro Diego Fabbri, si amplia l'ambito della divulgazione culturale

Una delibera del Consiglio Provinciale ha approvato una generale revisione dello statuto del Centro Diego Fabbri, nel quale la Provincia è presente in qualità di socio ordinario assieme al Comune di Forlì

Una delibera del Consiglio Provinciale ha approvato una generale revisione dello statuto del Centro Diego Fabbri, nel quale la Provincia è presente in qualità di socio ordinario assieme al Comune di Forlì, l’Università degli Studi di Bologna, l’associazione “Incontri internazionali Diego Fabbri” e Giovanni e Maria Angela Fabbri.

In sostanza, col nuovo statuto il Centro mantiene l'assenza di scopo di lucro, ma amplia l'ambito della divulgazione culturale, ferma restando la promozione della figura e dell'opera del drammaturgo forlivese Diego Fabbri; gli organi del Centro sono ridefiniti operando una semplificazione, così come le rispettive funzioni, le competenze dei componenti del Consiglio Direttivo devono ricadere nell'ambito amministrativo o culturale.

Infine, il fondo di dotazione iniziale è confermato in 10mila euro, costituito dal versamento effettuato dal Comune di Forlì all'atto della costituzione, mentre l'Università degli Studi di Bologna non fornirà più locali e relative utenze, ma si impegna a mettere a disposizione il “patrimonio di conoscenza, esperienze e di relazioni”.

Ha presentato la delibera l’assessore alla Cultura Iglis Bellavista: “Con questa delibera viene ampliata l’attività sociale, mentre con la carenza di risorse per tutti e anche per l’Università, viene comunque garantita una sua presenza. Per quanto riguarda i costi, vi è un direttore il cui stipendio è stato sganciato dalla contrattazione dei dirigenti pubblici, per avere maggiori risparmi”.

Sull’argomento è intervenuto Stefano Gagliardi, capogruppo del PdL, Francesco Billi, consigliere della Lega Nord, Maria Grazia Bartolomei, capogruppo dell’Udc, Piero Gallina, consigliere Pd, Valerio Roccalbegni, consigliere PdL e Vittorio Dall’Amore, consigliere PdL. La delibera è stata approvata con il voto favorevole di Pd, Idv, PRC, Gruppo misto e Vittorio Dall’Amore (PdL), astenuto PdL e Lega Nord, contrario Udc.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento