menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La città che non va, il commerciante: "In molti lavorano per il centro"

L'intervento di una lettrice con una sua analisi sui problemi del centro storico innesca un dibattito sul cuore della città. Sul tema arriva anche un intervento qualificato, quello di Gianluca Ramilli

L’intervento di una lettrice con una sua analisi sui problemi del centro storico innesca un dibattito sul cuore della città. Sul tema arriva anche un intervento qualificato, quello di Gianluca Ramilli dell’agenzia viaggi Ramilli, che si trova proprio in piazza Saffi. L’intervento giunge a ForlìToday per l’iniziativa ‘La città che non va’, la raccolta di suggerimenti dei forlivesi per migliorare la nostra bella città. Si ricorda che è aperta anche l’iniziativa parallela ‘La Forlì che funziona’, che chiede di segnalare le tante cose fatte bene e di buon esempio per la comunità. Per inviare la tua segnalazione (non anonima e possibilmente munita di materiale fotografico): redazione@romagnaoggi.it

I PROBLEMI DEL CENTRO STORICO.

Premette Gianluca Ramilli di ‘Viaggi Ramilli’: “Vi leggo quotidianamente e ovviamente sono particolarmente interessato ai problemi riguardanti il centro storico di Forlì, tanto più che sono anche residente in centro storico. erché anziché denigrare sempre, non cominciamo a portare all’attenzione dei lettori anche quanto di buono si fa in centro (mi riferisco alle attività commerciali che si danno da fare)? Noi nel 2010 ad esempio abbiamo rinnovato i nostri locali, studiato nei minimi particolari e con ampi spazi. Ramilli ha reinvestito nel centro storico, all’indomani dei suoi 50 anni di attività e nel nostro logo non indichiamo il nostro indirizzo, scriviamo “Forlì centro”.

E ancora: “L’ ottica Stradaioli, accanto a noi pochi anni fa ha realizzato un signor negozio. Che dire della gioielleria Ricci, la più antica della città, da oltre 50 anni in centro? E Cereali, la nuova erboristeria del Dott. Nostini? La nuova gastronomia di Viroli in corso Diaz?”

Quindi due appunti: “Organizziamo in continuazione eventi per i nostri clienti con presentazioni e aperitivi da noi offerti all’interno dell’ agenzia, tuttavia “Forlì nel cuore” ci ha impedito nei mercoledì di giugno e luglio di portare questi eventi all’esterno di fronte l’agenzia, perché “avremmo fatto concorrenza ai locali”. E poi siamo proprio sicuri che la ZTL sia poi così utile? Perché non aprire il centro dopo le 18-19? Perdiamo molte vendite perché i clienti devono scappare via perché scade il parchimetro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento