menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro storico, i prossimi progetti del Comune. Ragni (FI): "Solo buoni propositi"

“Il piano di valorizzazione del centro storico recentemente approvato in Consiglio comunale prevede un piano delle opere pubblicato dove sono indicate le tempestiche e gli interventi significativi"

“Il piano di valorizzazione del centro storico recentemente approvato in Consiglio comunale prevede un piano delle opere pubblicato dove sono indicate le tempestiche e gli interventi significativi. Nel corso del 2018 saranno avviati e terminati i seguenti interventi: rotonde piazzale Schiavonia, di viale II Giugno e giardini dei musei; riqualificazione delle vie Filergiti, Gaudenzi, Saffi e Sforza, Voghieri e Cobelli; parcheggio di via Dei Gerolimini e illuminazione straordinaria di Piazza Saffi; percorsi ciclabili in via Della Rocca e via Corridoni e ultimazione del cantiere del mercato coperto in Piazza Cavour”: sono le tempistiche dei cantieri spiegate in Consiglio Comunale dall'assessore al centro storico Marco Ravaioli.

Ravaioli ha risposto ad un'interrogazione di Fabrizio Ragni, capogruppo di Forza Italia: “Sarà ultimato il progetto di riqualificazione di Corso della Repubblica e se ne disporrà uno per Corso Mazzini. In riferimento agli incentivi a favore delle imprese e residenzialità, oltre a quanto già stanziato nel corso del 2017, durante il 2018 saranno approvati ulteriori interventi in accordo nei modi e nei tempi e nei criteri che saranno concordati con le associazioni di categoria”.

Ci sono perfino degli interventi che saranno completati entro il 2017:  “Entro il 2017 saranno realizzate le seguenti azioni: messa in sicurezza della Rocca di Ravaldino, lavoro di sistemazione dell'area esterna del Campus universitario padiglioni Sauli-Saffi; piano di promo-commercializzazione del mercato delle Erbe, incentivi alla sosta per il periodo natalizio; sgravi fiscali a favore delle ristrutturazioni su Imu e Cosap e oneri secondari. Sono quindi oltre venti azioni”. 

Ha risposto sarcasticamente Ragni: "E' una risposta importante, che ci fa capire come l'amministrazione che non abbia fatto nulla o quasi per il centro storico in tre anni e mezzo  evoglia fare tutto o quasi entro l'anno. In un mese sono attese un sacco di azioni ed altre sono attese a termine entro il 31 dicembre 2018. Noi con estrema franchezza non ci crediamo. Noi non crediamo che l'amministrazione abbia i mezzi e riesca a completare ciò che è stato annunciato. E' dall'inizio della legislatura che insistiamo, proponiamo e chiediamo che vengano prese delle iniziative in favore del centro storico. Chiediamo che l'arte venga individuata come volano dell'economia e qui non c'è menzione. Sono tutti una serie di spot pubblicitari ciò che l'assessore ha letto. E noi verificheremo se ciò che ha detto accadrà. Ma tecnicamente è impossibile. Mi aspettavo qualcosa di più, un intervento strutturale per il commercio del centro, una diminuzione delle imposte comunali, un aumento della sicurezza del centro, cosa che non è stata detta, e che l'assessore dicesse qualcosa in più sul San Domenico, che ospita mostre importanti, da integrare in rete con la città, dove ci sono bar, negozi e ristoranti chiusi o sfitti. Purtroppo per cittadini l'amministrazione fallirà l'obiettivo centro storico. Chiederò copia del “quaderno dei buoni propositi” indicati dall'assessore, perché lo terrò agli atti. E vedremo quali obiettivi andranno raggiunti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento