rotate-mobile
Cronaca

Centro storico, avanti con i varchi elettronici: lavori per il 'grande fratello' a fine anno

La gara per l'affidamento dell'appalto è in corso e l'assessore alla mobilità Alberto Bellini assicura che "è confermato l'obiettivo", obiettivo che era stato annunciato durante la presentazione del piano per il centro storico

Saranno 7 i varchi elettronici che sorveglieranno l'accesso alla ztl del centro. La gara per l'affidamento dell'appalto è in corso e l'assessore alla mobilità Alberto Bellini assicura che “è confermato l'obiettivo”, obiettivo che era stato annunciato durante la presentazione del piano per il centro storico e che aveva scatenato non poche polemiche sull'arrivo del 'grande fratello'. Altrettanti varchi saranno poi posizionati fuori dalla zona a traffico limitato, solamente a controllo degli accessi dei mezzi pesanti.

Le porte elettroniche del centro storico serviranno a regolare e controllare gli accessi per auto private e per mezzi di servizio. Le porte dell’area ztl serviranno a verificare gli accessi e consentiranno di attivare meccanismi tariffari differenziati e semplificati. Possono essere utilizzate per sistemi automatici di pagamento degli accessi, dei permessi speciali e per la sosta e per livelli tariffari diversi in base alle emissioni dei veicoli. L'importo totale dell'appalto è di oltre 600mila euro.

Claudio Maltoni, direttore di Forlì Mobilità Integrata, spiega a ForliToday, che “l'aggiudicazione dei lavori ancora non c'è stata e si potrebbe ipotizzare una partenza dei lavori tra la fine del 2015 e l'inizio del 2016. Va chiarito che i varchi elettronici serviranno a fare rispettare le regole esattamente come accade ora e potrebbe esserci anche un tema di arredo urbano, collegato alla costruzione delle porte elettroniche, a seconda dei progetti che saranno presentati”.

MEZZACAPO - Contrario ai varchi elettronici Daniele Mezzacapo, secondo il quale "pedonalizzare la città e istituire varchi, è un tema estremamente caldo e importante su cui questa amministrazione decide precipitosamente senza mai confrontarsi in modo serio con la minoranza presente in Comune e soprattutto con la cittadinanza". Secondo il consigliere comunale della Lega Nord "è stato inutile chiedere al vicesindaco Vernoca Zanetti un confronto serio sul centro storico – sostiene Mezzacapo – perché questa amministrazione punta solo a far cassa attingendo dalle tasche dei cittadini, per far fronte ad una situazione debitoria causata da anni di mala-gestione Pd".

Chiosa Mezzacapo: "Negli incontri che la Lega Nord ha effettuato con commercianti e negozianti forlivesi, sono emerse molteplici perplessità, sia sui varchi, sia sulla pedonalizzazione di ulteriori zone del centro storico. I varchi, lo dice la parola stessa sono dei punti di confine e passaggio talvolta angusti ai quali si deve prestare attenzione, nel caso de quo a non subire pesanti sanzionati. I varchi scoraggeranno i forlivesi a vivere il centro e gli imprenditori ad investire, non a caso il colosso commerciale Eataly che ha donato vivacità alla Piazza, ha manifestato spesso molte perplessità sulla non riapertura del centro storico".

“Mi preoccupano le ricadute occupazionali dell'attuale situazione del centro storico, figuriamoci come potrebbe precipitare la situazione con l’installazione dei varchi, si devono attrarre le persone in città adeguando una promozione turistica legata al San Domenico e alle tante bellezze sconosciute presenti sul territorio, a un centro storico vivo e gradevole con iniziative di spessore e richiamo quantomeno regionale - conclude Mezzacapo -. Questa giunta intende dare il colpo di grazia a tutte quelle attività che se non hanno già chiuso sono in procinto di farlo presto una raccolta firme organizzata dalla Lega Nord Forlivese contro l’installazione dei varchi in città".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico, avanti con i varchi elettronici: lavori per il 'grande fratello' a fine anno

ForlìToday è in caricamento