menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avvicendamento al comando del "Friuli": il generale Lagorio subentra ad Annigliato

La cerimonia si è svolta venerdì alla caserma Mameli di Bologna alla presenza del comandante della divisione Vittorio Veneto, generale di divisione Carlo Lamanna

Avvicendamento al comando della brigata aeromobile "Friuli". Il generale di brigata, Stefano Lagorio, ex comandante del 66esimo Reggimento Fanteria Aeromobile "Trieste", subentra al pari grado Salvatore Annigliato, che dopo due anni alla guida dell'unità andrà a ricoprire un nuovo incarico allo Stato Maggiore dell'Esercito. La cerimonia si è svolta venerdì alla caserma Mameli di Bologna alla presenza del comandante della divisione Vittorio Veneto, generale di divisione Carlo Lamanna, dei gonfaloni e dei labari delle associazioni combattentistiche e d'Arma e delle massime autorità civili e militari di Bologna.

Il generale Lamanna, nel suo intervento di saluto, si è congratulato con il generale Annigliato per "l'eccellente lavoro svolto" e ha sottolineato come la "Brigata Aeromobile sia ormai una risorsa pregiata sia per l'elevatissima tecnologia dei sistemi d'arma in dotazione, sia per la professionalità del proprio personale". Il generale Annigliato lascia il comando della prestigiosa unità dell’Esercito Italiano dopo oltre due anni che hanno visto la Brigata "Friuli" coinvolta in numerosi impegni operativi sia all'estero che sul territorio nazionale.

La Brigata, sotto la sua guida, è stata impegnata nell’ambito della Missione Resolute Support in Afghanistan, nell’operazione “Strade Sicure” in supporto alle forze dell'ordine, negli interventi per pubbliche calamità nella Provincia di Bologna e nella serie di esercitazioni finalizzate alla certificazione del raggiungimento da parte dei Reparti dipendenti della loro Piena Capacità Operativa nella condotta di attività di Personnel Recovery, Medical Evacuation (Medevac) e raid aeromobili a premessa del loro impiego, come "Task Group Aeromobili", nei teatri operativi afgano e iracheno.

Durante il discorso di commiato, il generale Annigliato ha espresso la sua "profonda gratitudine agli uomini e alle donne della "Friuli" per il diuturno impegno e per la straordinaria professionalità dimostrata durante il suo periodo di comando", manifestando al contempo il proprio "orgoglio per aver guidato una tra le più prestigiose e peculiari Brigate di manovra dell'Esercito Italiano". Il generale Annigliato, che andrà a ricoprire un prestigioso incarico presso lo Stato Maggiore dell’Esercito, ha infine augurato un buon lavoro al suo subentrante.

Il generale Lagorio è stato recentemente impiegato per circa un anno come Comandante della Missione Bilaterale di supporto in Libano (Mibil) e precedentemente ha ricoperto numerosi incarichi di Comando tra i quali quello di comandante del 66esimo Reggimento Fanteria Aeromobile “Trieste” e quello di comandante del Reggimento Allievi all’Accademia Militare di Modena.

Avvicendamento al "Trieste"

 La scorsa settimana vi è stata alla caserma "De Gennaro" di Forlì anche la cerimonia di avvicendamento al comando del 66esimo Reggimento Fanteria Aeromobile "Trieste". Il colonnello Pasquale Spanò, proveniente dallo Stato Maggiore dell’Esercito, è subentrato al pari grado Vito Nitti, che ha lasciato il comando della prestigiosa unità dell’Esercito dopo 14 mesi di intense attività.

VIDEO - CAMBIO AL VERTICE DEL 66ESIMO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento