Avis, premiati 523 donatori: "Un gesto di grande umana solidarietà"

Dall'assessore al Welfare, Rosaria Tassinari, un grazie a tutti i volontari e donatori: "L'impegno nella ricerca di nuovi donatori è incessante perché dopo il verbo amare, penso che il verbo donare sia fra i più significativi"

Domenica mattina la sala del Consiglio provinciale (Piazza Morgagni, 9) ha ospitato l'assemblea annuale dei soci dell'Avis comunale. Al termine della cerimonia, alla presenza delle autorità della città, sono state consegnate le onorificenze ai Donatori Benemeriti. Quest’anno i donatori premiati sono stati 523, venendo insigniti delle benemerenze previste dallo Statuto: distintivo in rame, distintivo in argento, distintivo in argento dorato, distintivo in oro, distintivo in oro con rubino, distintivo in oro con smeraldo.

I donatori premiati, impossibilitati a partecipare, come di consuetudine potranno ritirare successivamente la propria benemerenza all’Unità di Raccolta Avis Forlì (Padiglione Morgagni) negli orari di accesso. "Come sempre questo incontro della città con i propri donatori, ha rappresentato un momento di gratificazione, per chi da anni silenziosamente compie un gesto di grande umana solidarietà", viene evidenziato. Dall'assessore al Welfare, Rosaria Tassinari, un grazie a tutti i volontari e donatori: "L'impegno nella ricerca di nuovi donatori è incessante perché dopo il verbo amare, penso che il verbo donare sia fra i più significativi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

Torna su
ForlìToday è in caricamento