rotate-mobile
Cronaca Portico e San Benedetto

La carcassa di un cervo femmina ritrovata a bordo strada sulla Tosco Romagnola - FOTO

A chiamare le forze dell'ordine sono stati alcuni automobilisti in transito, che hanno notato la carcassa dell'animale sul ciglio della strada. Sul posto è intervenuta una pattuglia della Polizia Stradale di Rocca

Non è rimasto praticamente niente del povero esemplare femmina di cervo ritrovato al confine tra Romagna e Toscana, sulla strada statale 67 "Tosco Romagnola", tra i comuni di Portico San Benedetto e San Godenzo. A chiamare le forze dell'ordine sono stati alcuni automobilisti in transito, che hanno notato la carcassa dell'animale sul ciglio della strada. Sul posto è intervenuta una pattuglia della Polizia Stradale di Rocca San Casciano, che ha subito informato i Carabinieri Forestali.

Dalle condizioni della carcassa è improbabile stabilire quali possano essere le cause della morte, ma si tratta certamente di una cerva - dice Riccardo Raggi, Guida Ambientale Escursionistica, laureato in Scienze Faunistiche e fondatore di Romagnatrekking - La morte potrebbe essere stata causata da predazione così come da morte naturale. La predazione diretta da parte di lupi può essere possibile, vista la loro presenza nel Parco Nazionale, anche se meno probabile su una cerva adulta, a meno che l'animale non fosse malato, debilitato o ferito. Ma non è nemmeno da escludere anche quello che tecnicamente viene definito 'consumo secondario': cerva morta per cause naturali e poi divorata da 'opportunisti' come volpi o cinghiali" ha concluso Raggi

cerva-divorata-spolpata-ss67-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La carcassa di un cervo femmina ritrovata a bordo strada sulla Tosco Romagnola - FOTO

ForlìToday è in caricamento