Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Chiuso da 27 anni, l'appello: "Il Museo Archeologico Santarelli non sia dimenticato"

Così Italia Nostra: "Chiediamo all’Amministrazione una presentazione pubblica dei progetti che coinvolgono i contenitori culturali e i depositi, progetti sui quali gli eventi recenti non potranno non influire, soprattutto per quanto riguarda l’uso dei sotterranei"

Dal 16 al 18 giugno si celebrano in tutta Europa le Giornate Europee dell’archeologia con una ricca serie di iniziative. anche a Forlì esiste un Museo archeologico, ma è chiuso da quasi ventisette anni. "Sin dal 2014 - spiega il Consiglio direttivo di Italia Nostra - abbiamo cercato di contribuire a mantenere viva nella nostra città la consapevolezza sul ricco patrimonio archeologico del nostro territorio, un impegno culminato a partire dal 2022 nel ciclo Archeologia in dialogo. Il Museo “A. Santarelli” come luogo di relazioni, ricerca, conservazione, giunto alla seconda edizione con appuntamenti fino al prossimo autunno. La grande partecipazione di pubblico ai nostri incontri, così come le iniziative di divulgazione e sensibilizzazione presenti sui social da qualche anno, testimoniano un interesse vivo e diffuso che purtroppo da lungo tempo non trova risposta nella programmazione culturale cittadina".

"La scomparsa del Museo archeologico dalle pagine informative del Comune di Forlì è la prova della scarsa considerazione in cui è caduta una parte considerevole del nostro patrimonio. Se non fosse così, gli organizzatori del Festival di Caterina Sforza avrebbero sfruttato la concomitanza per inserire un momento dedicato all’archeologia fra food truck e rievocazioni - viene aggiunto -. Poteva ad esempio essere l’occasione per riportare in luce i materiali dai sotterranei della Rocca di Ravaldino e riferibili all’epoca di Caterina, già esposti nel 2009. Oppure per informare finalmente la cittadinanza sugli spazi che saranno destinati alle collezioni archeologiche nella nuova ala dei Musei San Domenico, sui quali sussiste grande vaghezza. Sarebbe stata l’occasione giusta per affrontare il problema della collocazione dei materiali nelle cantine a rischio allagamento del museo a cui pare siano destinati. Ancora una volta, dunque, chiediamo all’Amministrazione una presentazione pubblica dei progetti che coinvolgono i contenitori culturali e i depositi, progetti sui quali gli eventi recenti non potranno non influire, soprattutto per quanto riguarda l’uso dei sotterranei".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuso da 27 anni, l'appello: "Il Museo Archeologico Santarelli non sia dimenticato"
ForlìToday è in caricamento