menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiusura della Polstrada a Rocca, il Comune: "Non è mai arrivata comunicazione ufficiale"

L’Amministrazione Comunale ha appreso la decisione da canali non ufficiali in quanto ai recapiti istituzionali del Comune non sono pervenute comunicazioni inerenti tale scelta"

"È giunta solo nel tardo pomeriggio di venerdì 7 febbraio la notizia della chiusura del distaccamento della Polizia stradale di Rocca San Casciano. L’Amministrazione Comunale ha appreso la decisione da canali non ufficiali in quanto ai recapiti istituzionali del Comune non sono pervenute comunicazioni inerenti tale scelta. Il Comune di Rocca San Casciano ha sempre sostenuto e riconosciuto l’importanza del presidio di Polizia Stradale locale che da decenni opera egregiamente nella vallata del Montone garantendo la sicurezza dei cittadini, degli automobilisti, dei motociclisti e dei numerosi mezzi che transitano in tutte le stagione lungo la SS67". E' la presa di posizione del comune della vallata, che presto si vedrà chiudere il presidio di forze dell'ordine. 

Sempre il Comune: "Non deve essere dimenticato l’impegno assunto dalle precedenti amministrazioni con il Prefetto di Forlì che hanno portato alla ristrutturazione, con oneri a carico del Comune, dei locali attualmente occupati dal suddetto organo di Polizia, con contratto di comodato a titolo gratuito, di durata pari a sei anni, a decorrere da maggio 2019.  Il Sindaco, a nome di tutti i cittadini di Rocca San Casciano, esprime profondo rammarico sulla decisione assunta in via autonoma dal Ministro dell’Interno. Il continuo taglio e ridimensionamento dei servizi nelle zone di montagna, da parte di Stato e Regione, condanna quotidianamente i nostri territori allo spopolamento e alla marginalizzazione.  La contrarietà dell’Amministrazione Comunale alla chiusura della PS è stata espressa e ribadita con una nota ufficiale inviata alla Prefettura di Forlì-Cesena, alla Regione Emilia-Romagna, alla Provincia di Forlì-Cesena e all’Unione di Comuni della Romagna Forlivese". 

"Nel corso di questi giorni abbiamo chiesto ed ottenuto la collaborazione dell’onorevole Simona Vietina la quale ha già provveduto a depositare un’interrogazione parlamentare, nonché la collaborazione di altri parlamentari locali che confidiamo possano inserire, in questi giorni, nel Decreto Milleproroghe un provvedimento favorevole al mantenimento del presidio di Polizia Stradale di Rocca San Casciano. Infine, è in programma la convocazione del Consiglio Comunale di Rocca San Casciano in seduta straordinaria per esprimere posizione favorevole al mantenimento del distaccamento di Polizia Stradale locale. Si precisa inoltre che, ad oggi, alcuna notizia ufficiale inerente la chiusura è pervenuta né in Comune né in Prefettura. Auspichiamo pertanto che l’argomento sia preso in considerazione e discusso nelle opportuni sedi con il coinvolgimento attivo di questa Amministrazione Comunale", conclude il comunicato del Comune di Rocca San Casciano.

Sulla questione anche l'ex sindaco Rosaria Tassinari: "La decisione di chiudere la stradale di Rocca San Casciano è priva di senso e dannosa. I costi sono stati azzerati e la riduzione della sicurezza dei cittadini appare immotivata. Mi sono battuta per 10 anni per mantenere il controllo sulla 67 e questa deriva è davvero aberrante. Se dovesse davvero succedere sarebbe una sconfitta della logica a fronte della supremazia di strategie incomprensibili che ledono l'interesse della collettività".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento