rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Quartieri

La vigilia di Natale saluterà i suoi clienti, dopo 38 anni chiude il negozio di frutta e verdura: "Ho dato il cuore"

Dopo 38 anni di attività non ci sarà infatti più Antonella Ortolani a servire i suoi fedelissimi clienti dell'Ospedaletto

Il 24 dicembre, vigilia di Natale, sarà il suo ultimo giorno di lavoro nella bottega di frutta e verdura, all'angolo tra via Ravegnana e via Somalia. Dopo 38 anni di attività non ci sarà infatti più Antonella Ortolani a servire i suoi fedelissimi clienti dell'Ospedaletto. Una decisione, spiega, non riconducibile al caro bollette o all'aumento dei costi delle materie prime, ma semplicemente perchè andrà in pensione. "Ho maturato i contributi necessari e sono arrivata ad un'età nella quale non posso fare più sforzi fisici come richiede questo tipo di lavoro", spiega.

Quanto al negozio, la chiusura potrebbe essere temporanea. Infatti potrebbe subentrare un nuovo volto nella gestione del punto vendita: "Spero di sì, il nuovo venditore avrebbe a disposizione le strutture attualmente presenti che cederò gratuitamente". Dal 1984 il negozio di Antonella ha rappresentato un punto di riferimento in particolar modo per gli anziani e per coloro che avevano difficoltà negli spostamenti, ma anche per chi voleva essere certo di acquistare prodotti di prima qualità, preferendoli a quelli in vendita nei supermercati. Un negozio di vicinato, anche per scambiare qualche chiacchiera.

"Alcuni clienti, venuti a conoscenza della decisione, hanno espresso dispiacere proprio per il fatto che il negozio viene considerato anche come un punto di incontro, dove c'è possibilità di dialogo per il tipo di rapporto che si è venuto a creare col tempo, cosa che non è possibile fare ad esempio nei grandi supermercati", afferma la commerciante. Dialogo vis a vis che era venuto a mancare nel momento del lockdown, ma che il negozio ha colmato con un servizio di consegna a domicilio: "E' stato un periodo intenso e mi ha aiutato quando poteva anche mio marito Silverio", racconta.

Durante i 38 anni di lavoro dietro al bancone, confessa l'esercente, "ci sono stati dei sali e scendi, perchè sono nate tante attività simili alla mia ed è stato impegnativo, ma puntare sulla qualità ha ripagato". Nell'ultimo periodo anche il suo negozio non è stato risparmiato dal caro bollette: "Abbiamo avuto degli aumenti, ma per fortuna non dispongo di tanti frigoriferi. Comunque ora si paga il doppio, ma per quano riguarda il mio negozio è una spesa ancora affrontabile". Quanto al modo di fare la spesa, "c'è chi fa i conti con i rincari; è un momento un po' piatto, ma speriamo in un dicembre più dinamico. Si va comunque avanti".

Ora Antonella però ha deciso di mettere in prima linea se stessa, decidendo di dire basta. La vigilia di Natale saluterà tutti i suoi acquirenti. Cosa le mancherà di più? "Il contatto umano, mi sono affezionata ai miei clienti come loro a me. Ho fatto questo mestiere con cuore e passione. Ma è venuto il momento di voltare pagina". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vigilia di Natale saluterà i suoi clienti, dopo 38 anni chiude il negozio di frutta e verdura: "Ho dato il cuore"

ForlìToday è in caricamento