Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

Una sfida vinta da una donna di circa 50 anni, malata di una grave forma di cancro, operata e salvata un paio di giorni fa

Un intervento difficile, una lotta per vivere. Una sfida vinta da una donna santarcangiolese di circa 50 anni, malata di una grave forma di cancro, operata e salvata un paio di giorni fa dai due primari di Chirurgia dell’ospedale "Infermi" di Rimini e del "Morgagni-Pierantoni" di Forlì: i medici Gianluca Garulli e Giorgio Ercolani. La donna è stata operata al nosocomio riminese dove i due primari hanno lavorato fianco a fianco, in sinergia, per salvarla e darle una nuova speranza. "Qualcosa di impensabile fino a qualche anno fa – commenta Garulli - e ora possibile grazie alla presenza di un’azienda unica, Ausl Romagna che annulla di fatto tutti i vincoli burocratici che rendevano difficilissime operazioni in compresenza come questa. Grazie ad Ausl Romagna i pazienti possono contare su un’assistenza più specifica ed efficace".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I suoi nudi artistici fanno il giro del mondo, ma lei ha scelto Forlì: "La Romagna mi ha adottata"

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Le rubano una bici elettrica, coppia finisce nel mirino della Polizia

  • Pizza napoletana per la ricerca contro il Coronavirus: "Divieto ai cinesi? Chiedo scusa"

  • Notte movimentata al pronto soccorso: dà in escandescenza per i tempi d'attesa e minaccia un'infermiera

  • Forlimpopoli, brucia il tetto di un'abitazione: vigile del fuoco resta ferito in una caduta

Torna su
ForlìToday è in caricamento