rotate-mobile
Mercoledì, 26 Giugno 2024
Cronaca

Da 21 anni a Regina Pacis: don Roberto Rossi celebra il cinquantesimo di sacerdozio

Divenne il parroco di Regina Pacis nel 1997, dopo la scomparsa di don Gian Michele Fusconi

Sabato sarà la giornata diocesana dedicata al 50esimo anno di sacerdozio di don Roberto Rossi, parroco a Regina Pacis da 21 anni. Il programma dei festeggiamenti prevede la celebrazione eucaristica a Regina Pacis alle 18.30 e la festa a seguire con la cena comunitaria. La giornata rappresenta l’esatta ricorrenza in cui 50 anni fa don Roberto fu ordinato sacerdote. Divenne il parroco di Regina Pacis nel 1997, dopo la scomparsa di don Gian Michele Fusconi, e fin dal primo momento fu instancabile interprete del Concilio Vaticano II, portando la parrocchia ad una organizzazione efficiente per lo svolgimento delle attività legate alla pastorale e per aprire sempre di più la chiesa ai bisognosi con l’istituzione del servizio di ascolto Caritas, il dopo scuola e tutte le attività di assistenza alle persone bisognose nel quartiere. I numerosi viaggi missionari compiuti in tante parti del mondo, dove la povertà rappresenta il problema principale e in molti casi senza soluzione, lo ha portato a maturare uno spirito missionario nella sua pastorale, che ha continuamente proposto ai parrocchiani e a tutti coloro che frequentano Regina Pacis.

Saranno presenti alla festa, insieme a don Roberto, quanti fanno il giubileo in questi giorni: don Franco Appi, don Bruno Bertelli, don Agostino Fornasari, don Cesare Perugini.  La messa sarà concelebrata da Monsignor Giorgio Jovcev, vescovo di Sofia-Plovdiv in Bulgaria, con il quale la parrocchia è da sempre in contatto, fin dai tempi della persecuzione quando don Fusconi si occupò di sostenere la stampa dei Catechismi in lingua cirillica per i cristiani di tutta la nazione e dunque i successivi interventi di questi anni a sostegno alla Chiesa di Bulgaria; il nostro vescovo Monsignor Livio Corazza, Mons. Tommaso Ghirelli, vescovo di Imola, compagno di scuola dei giubilati, Monsignor Dino Zattini, vicario generale emerito.

Non mancheranno tutti i viceparroci a Regina Pacis: don Gordian Otu, don Giuseppe Etim, don Pawel Szymusiak, il vescovo Vioncnezo Samuel dell’India e d. Christafer saranno rappresentati da don Ligio e da altri sacerdoti indiani. Saranno presenti per l’occasione padre Majeed dall’Iraq, testimone della persecuzione dell’Isis verso i cristiani di Mosul, don Peter Gatnar segretario dell’arcivescovo di Olomusc della Repubblica Ceka, don Pius del Bangladesh, padre Luca Vitali, missionario, e vari sacerdoti della diocesi e di altre parti del mondo. Insomma, una concelebrazione per ricordare il rapporto di comunione e cooperazione con le Missioni con le quali la parrocchia è a contatto, in Africa, In America Latina, in Asia, in Medio-oriente, oltre che dei paesi dell’Est Europa. A questi si uniranno i diaconi e le religiose e tutti i parrocchiani di Regina Pacis, di Forlimpopoli, del Ronco che hanno avuto nel corso di questi anni don Roberto come parroco. “E’ una grazia grande potere trovarci insieme a pregare per adorare il Signore – afferma don Rossi - e per implorare la fede, la santità, la vitalità cristiana di tutti e il dono di nuove vocazioni, così necessarie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da 21 anni a Regina Pacis: don Roberto Rossi celebra il cinquantesimo di sacerdozio

ForlìToday è in caricamento