menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Circolano banconote da 50 false: i Carabinieri ne sequestrano 4 pezzi

Circolano banconote ben fatte da 50 e 100 euro contraffatte nella provincia di Forlì-Cesena. In poche ore i Carabinieri hanno arrestato tre cittadini stranieri con l'accusa di truffa e spendita di banconote false

Circolano banconote ben fatte da 50 e 100 euro contraffatte nella provincia di Forlì-Cesena. In poche ore i Carabinieri hanno arrestato tre cittadini stranieri con l'accusa di truffa e spendita di banconote false. A Borello sono stati catturati due magrebini di 34 anni, mentre a Rocca San Casciano è stato bloccato un incensurato romeno di 30 anni. Si tratta di D.B., disoccupato e senza fissa dimora, che ha patteggiato un anno e mezzo di reclusione e 600 euro euro di multa.

Le indagini dei Carabinieri sono scattate dopo che un istituto di credito ha verificato la presenza di tre pezzi da 50 euro falsi tra gli incassi depositati da due baristi del posto. I militari hanno comparato le carte, verificando che tutte avevano lo stesso numero seriale che iniziava con S e finiva con 632. Gli investigatori hanno raccolto le testimonianze degli esercenti della zona, che hanno consentito di focalizzare i sospetti su un giovane straniero.

Quest'ultimo si recava spesso la sera nei bar per acquistare bottiglie di vino con banconote da 50 euro. Lunedì sera l'individuo si è presentato in un bar, facendo compere di alcolici con una carta da 50. Il barista, secondo accordi presi con i Carabinieri, non ha esitato a dare l'allarme al 112. Per il 30enne sono scattate le manette in flagranza di reato con le accuse di truffa e spendita di banconote false, aggravata dalla continuità.  Gli uomini dell'Arma hanno fatto visita nell'abitazione di un amico dell'indagato che lo ospitava, ma non è emerso nulla di compromettente.

A casa dei familiari sono state trovate le ultime bottiglie di vino acquistate e il resto della 50, restituite al barista truffato. Il pubblico ministero Alessandro Mancini ha chiesto per il giovane una condanna di 27 mesi di reclusione. Processato per direttissima, il romeno ha patteggiato un anno e mezzo di reclusione ed una sanzione di 600 euro. Incensurato, è tornato in libertà. Sono quattro le banconote sequestrate e che saranno inviate a Roma per esser analizzate dagli specialisti. Gli investigatori non escludono che vi siano altre carte in circolazione, mettendo in guardia i commercianti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento