rotate-mobile
Cronaca Roncadello / Via Isonzo

Bufera sul circolo "Saffi", l'Endas: "Non era mai successo nulla di simile"

"Sono estremamente dispiaciuto, è uno dei nostri circoli storici, esiste dai primo del '900". Così si esprime il presidente di Endas Forlì, Francesco Romanelli, sentito da Forlitoday

“Sono estremamente dispiaciuto, è uno dei nostri circoli storici, esiste dai primo del '900”. Così si esprime il presidente di Endas Forlì, Francesco Romanelli, sentito da Forlitoday sulla bufera che ha investito il circolo “Aurelio Saffi” di via Isonzo, al quale la Guardia di Finanza ha messo i sigilli, dopo avere trovato 850 chili di prodotti alimentari scaduti, e pare anche nove lavoratori in nero. Il rapporto con Endas, specifica il presidente è solamente di affiliazione.

Ma ci sono controlli sui proprio affiliati? “Noi chiediamo solamente che siano in regola, poi sta ai gestori prendere contatti con Ausl e Comune per farsi rilasciare tutti i permessi. E' capitato spesso che ci fossero controlli delle Forze dell'ordine, ma non mi ricordo esiti simili a questo – spiega Romanelli, che non sembrava aspettarsi quello che è successo – capisco che ci sia qualcuno che non è completamente in regola, ma per quello che è successo siamo estremamente dispiaciuti”.

Il presidente spiega che si incontrerà sicuramente con i gestori che sono finiti nei guai. “La nostra rete in Regione è un elemento di originalità di cui andiamo fieri – conclude – questo circolo è presente da sempre sul territorio e i vecchi gestori erano persone straordinariamente attente”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bufera sul circolo "Saffi", l'Endas: "Non era mai successo nulla di simile"

ForlìToday è in caricamento