rotate-mobile
Cronaca

Forlì diventa "la città sociale": un progetto di raccolta e riciclo dei tessuti usati

Anche qui come nel resto del mondo i bisogni e i problemi sono crescenti, risorse e le soluzioni sono calanti: ma nel sociale non vogliamo escludere nessuno - afferma Mosconi -. Questo superando la cultura della sostituzione e dell'assistenza"

Anche l'assessore la Welfare del Comune di Forlì, Raoul Mosconi, ha presentato ai cittadini il programma di mandato. Forlì dovrà diventare “la città sociale, andando oltre la cultura dello scarto. Anche qui come nel resto del mondo i bisogni e i problemi sono crescenti, risorse e le soluzioni sono calanti: ma nel sociale non vogliamo escludere nessuno – afferma Mosconi -. Questo superando la cultura della sostituzione e dell'assistenza a favore di una cultura della solidarietà, con la collaborazione della comunità locale: non facendo a meno, ma facendo 'invece'”.

“Fare invece”, significa chiedere e valorizzare l'impegno di tutti. “Le persone hanno e creano valore – spiega Mosconi  -. Intendiamo creare opportunità e modi perchè ciascuno possa mettersi in gioco con le sue possibilità e abilità. Ad esempio con i progetti a sostegno del reddito per le persone in difficoltà, che impegneranno ad una attività di utilità sociale secondo le possibilità di ciascuno, per recuperare le risorse di ciascuno”.

Recuperare e fare vivere in maniera nuova. Per raggiungere questo obiettivo, l'assessore propone una serie di passaggi: “Rileggere il ruolo dell'amministrazione secondo il principio di sussidiarietà, coinvolgere la comunità chiedendo di recuperare la capacità di relazione e di azione, favorire la costituzione di reti stabili con finalità sociali fra soggetti diversi, promuovere l'inclusione e l'inserimento lavorativo delle persone in stato di bisogno, sostenere azioni concrete di lotta alla povertà senza 'scartare' persone o famiglie”.

Uno dei progetti che verranno messi in campo per “fare vivere in maniera nuova”, è quello di raccolta e riciclo dei tessili usati per promuovere progetti di utilità sociale nella comunità e con la comunità. Con questa novità si punta ad “aggregare associazioni e imprese su progetti, creare opportunità di inserimento sociale e soprattutto di lavoro ed aiutare chi ha più bisogno”, conclude Mosconi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forlì diventa "la città sociale": un progetto di raccolta e riciclo dei tessuti usati

ForlìToday è in caricamento