Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Civitella, secondo caso di positività al coronavirus. Il sindaco ai cittadini: "Evitare la 'caccia alle streghe'"

"Si tratta di un concittadino che ha contratto il virus da un parente residente in altro comune e che al momento si trova, sintomatico, in isolamento al proprio domicilio", annuncia il sindaco

A Civitella salgono a due i casi di positività al coronavirus. "Si tratta di un concittadino che ha contratto il virus da un parente residente in altro comune e che al momento si trova, sintomatico, in isolamento al proprio domicilio - spiega il sindaco Claudio Milandri -. Tutti i protocolli previsti sono già stati attivati dall'Ausl Romagna e si stanno verificando i contatti della persona che purtroppo ha contratto il virus. Il primo caso si trova sempre in isolamento domiciliare in fase di progressivo miglioramento".

Civitella proseguirà il monitoraggio dell'evoluzione dell'emergenza sanitaria "secondo il protocollo, che al momento non prevede ulteriori accorgimenti oltre quelli già indicati nelle scorse comunicazioni che riguardano la nostra Regione Emilia-Romagna". Milandri ha anche ricordato che "le informazioni circa i positivi sono strettamente riservate e vengono comunicate solo al sindaco quale ‘massima autorità sanitaria locale’ che non può divulgare la notizia a nessuno, nemmeno al Centro di coordinamento dell’emergenza comunale per motivi di privacy. Pertanto l'invito p a non dare vita ad una spiacevole "caccia alle streghe". Assicuro che da parte nostra vi è un costante monitoraggio della situazione per tutelare i cittadini. Serve avere fiducia nelle istituzioni e continuare a seguire le regole". 

Domenica il primo cittadino è stato impegnato in un controllo del territorio: "Mi sono recato a Civitella e i paesi deserti mi hanno suscitato contrastanti emozioni: un immediato ringraziamento verso i concittadini che stanno rispettando lo "stare in casa" e ne hanno capito l’importanza. Un ringraziamento va a tutti coloro che a vario titolo stanno contribuendo a dare il proprio prezioso contributo per superare questa emergenza. Al contempo però, piazze così vuote, mi hanno trasmesso una gran tristezza e voglia di tornare alla normalità. Ora è il tempo di stare in casa ed uscire solo per motivazioni urgenti, lavorative e di salute. Occorre seguire le regole igieniche e a mantenere le distanze interpersonali di almeno un metro se usciamo per andare a fare la spesa o in farmacia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitella, secondo caso di positività al coronavirus. Il sindaco ai cittadini: "Evitare la 'caccia alle streghe'"

ForlìToday è in caricamento