Coast to coast degli Usa a piedi e in bici per aiutare l'Irst

A piedi e in bicicletta, dalla Grande Mela alle coste della California. Sono oltre 5.000 i chilometri - per l'esattezza 5.027 di cui circa 1.000 a piedi, suddivisi in 49 tappe di lunghezza variabile

A piedi e in bicicletta, dalla Grande Mela alle coste della California. Sono oltre 5.000 i chilometri – per l'esattezza 5.027 di cui circa 1.000 a piedi, suddivisi in 49 tappe di lunghezza variabile – che Sandro Valbonesi, 33enne forlivese di professione masso fisioterapista, percorrerà dal prossimo 15 luglio. Una sfida sportiva, una ricerca dei propri limiti ma ancor prima un'impresa che pesca direttamente nel profondo della vita

Il giovane atleta forlivese, infatti, correrà lungo le highway e gli stradelli dal New Jersey a San Francisco per sensibilizzare alla causa della lotta contro i tumori e raccogliere fondi a favore dell’IRST - Istituto Tumori della Romagna.

“Era il 2009 – ha spiegato Sandro Valbonesi durante la conferenza di presentazione dell’impresa – e al ritorno da New York, dove avevo passato il Capodanno, mia madre fu ricoverata per motivi di salute all’apparenza non rilevanti. Si è poi scoperto che aveva un tumore allo stomaco e da lì è iniziato tutto. In momenti come quelli, cerchi qualsiasi cosa per “generare corrente”, per mantenerti impegnato e io ho iniziato a correre. Poi mia madre è stata operata dall’equipe del Dr. Verdecchia all’Ospedale di Forlì, quindi curata all’IRST di Meldola e nel Day Hospital del Morgagni-Pierantoni e ora è clinicamente guarita. Nel frattempo però io ho continuato ad allenarmi, ho iniziato a fare triathlon e a marzo del 2010 mi è venuta in mente quest’idea un po’ per esorcizzare la paura che provo per questa malattia, un po’ per attirare l’attenzione sul problema dei tumori e per raccogliere fondi a favore dell’IRST”.

La promozione dell’IRST e la raccolta fondi sarà fatta attraverso il logo dell’Istituto presente su tutti i capi d’abbigliamento utilizzati dall’atleta, nonché attivando contatti con la stampa locale così da far parlare della propria impresa e dell’IRST. Un altro canale utilizzato sarà internet: sul sito www.run4lifeusa.tumblr.com, infatti, non solo è possibile trovare la storia di Valbonesi, le sue motivazioni e il suo progetto, ma si potranno seguire tutte le tappe attraverso foto e filmati. Qui anche le coordinate bancarie e le modalità di donazione on-line attraverso carta di credito per chi volesse sostenere l’idea.

“L’impresa di Sandro Valbonesi – ha commentato il Dr. Mattia Altini della Direzione Sanitaria IRST – dimostra ancora una volta la capacità propria dei romagnoli di trasformare un momento di dolore in una grande atto per il bene comune.” Sentito il ringraziamento del Prof.Dino Amadori, Direttore Scientifico IRST: “Il viaggio di Sandro è una bella metafora del percorso accidentato che ogni paziente oncologico deve fare nel proprio cammino di cura; come Sandro troverà tratti pianeggianti e asperità così le persone con tumore attraversano difficoltà e momenti più facili. Nostro obiettivo è quello di abbattere gli ostacoli e far sì che sia sempre più possibile la guarigione” ha concluso il Direttore. “In un momento così privo di riferimenti per il nostro Paese – ha concluso Paolo Ragazzini, Presidente del Consiglio comunale di Forlì – Sandro, così come l’IRST nel campo della cura e della ricerca, onora il nostro territorio con un bellissimo esempio di virtù”.
Il progetto prevede tappe in quasi 50 città americane tra le quali Chicago in Illinois, Omaha in Nebraska, Salt Lake City nello Utah e Sacramento in California dividendo così il percorso: 4mila km in bicicletta e 1000 km a piedi alternati, con una media di 100 km quotidiani. Ad accompagnare il giovane atleta due amici, Michela Ghinelli e Timothy Romanini, che saranno un fondamentale supporto logistico e morale.

L’impresa di Valbonesi, patrocinata dal Comune di Forlì e naturalmente fortemente sostenuta dall’IRST, ha potuto vedere la sua realizzazione grazie ai fondi ottenuti da sponsor e donazioni. Intenzione dell’atleta è utilizzare solo lo stretto necessario per le spese di viaggio e per quelle di prima necessità così da devolvere il restante in beneficenza all’IRST.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • "Ripuliva" i soldi delle fatture false in una sala giochi: riciclaggio sull'asse Faenza-Forlì, sequestro da un milione di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento