Aeroporto, annunciato il primo volo. Il sindaco Zattini: "E' la svolta, grazie a Forlì Airport"

Il sindaco mercuriale, Gian Luca Zattini, ha appreso "con immensa soddisfazione" dell'accordo tra FA srl, la società che gestisce il "Ridolfi", e la compagnia aerea "Air Dolomiti"

Dal primo dicembre Forlì volerà destinazione Monaco di Baviera. Il sindaco mercuriale, Gian Luca Zattini, ha appreso "con immensa soddisfazione" dell'accordo tra FA srl, la società che gestisce il "Ridolfi", e la compagnia aerea "Air Dolomiti". "Per questo primo importantissimo traguardo che proietta Forlì e la Romagna in Europa, non posso che ringraziare ancora una volta lo sforzo imprenditoriale, gli investimenti e l'amore per il territorio dimostrato in tutti questi anni dalla società di gestione del nostro scalo", afferma Zattini. Conclude il primo cittadino: "L'amministrazione di Forlì continuerà, come ha sempre fatto, a fare la sua parte mettendosi al servizio di questo straordinario progetto commerciale, dei suoi sviluppi – turistici, occupazionali e culturali – e delle preziose ricadute di cui il nostro territorio è già pronto a beneficiare".

"La notizia del volo d'apertura della nuova stagione che sta vivendo l'Aeroporto Ridolfi e' un segnale di grandissima importanza per tutti - afferma il vicesindaco Daniele Mezzacapo -. Il volo Forlì-Monaco di Baviera apre enormi prospettive. Merito in primo luogo del coraggio, degli investimenti e dello spirito imprenditoriale della societa' F.A. S.r.l alla quale va un grandissimo ringraziamento e massimo sostegno. Ma questo fatto e' anche un frutto del nuovo corso che, da un anno a oggi, caratterizza il nostro territorio a cominciare dagli indirizzi e dalle scelte adottati dall'amministrazione comunale".

"L'apertura dell'Aeroporto era un obiettivo prioritario del programma di mandato e la ripresa dei voli e' un risultato tangibile - prosegue Mezzacapo -. Come amministrazione di Forlì continuerermo a fare la nostra parte con impegno e serieta', con l'assoluta convinzione dell'importanza per il futuro della infrastruttura del trasporto aereo inserita nel contesto, unico in Italia, di un Polo Tecnologico Aeronautico eccezionale. Per quanto riguarda le potenzialita' di sviluppo, da un punto di vista urbanistico e della programmazione, il Comune sara' all'altezza delle scelte e della progettazione, cosi' come in qualita' di assessore allo Sport penso sia fondamentale creare le condizioni per mettere a disposizione delle rotte aeronautiche l'importante comparto impiantistico e logistico che esiste in Romagna, valorizzando sia la possibilita' di organizzare grandi eventi, sia la visibilita' che lo sport garantisce ai territori nella dimensione internazionale. Forli' decolla e il Comune c'è".

Morrone (Lega)

"Forlì è pronta a tornare a volare - sottolinea il deputato Jacopo Morrone, che esprime "gioia" ed "immensa soddisfazione" nell'apprendere dell'annuncio -. Grazie a chi ha reso possibile questa prima rotta. Grazie alla società di gestione dello scalo forlivese, al suo Presidente Giuseppe Silvestrini che ha sempre lavorato con serietà per riaprire il nostro aeroporto. Le ricadute, in termini turistici ma non solo, sono infinite. Il collegamento Forlì-Monaco non solo certifica la portata dell’investimento commerciale di F.A srl, ma mette in rete il nostro territorio con la Baviera e con uno dei più importanti hub aeroportuali presenti in Europa".

Vietina (Forza Italia)

"Era una notizia molto attesa e l'ufficialità del primo volo dall'Aeroporto Ridolfi è una bella iniezione di fiducia per tutto il sistema economico di Forlì e della Romagna - afferma Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia -. Per l'economia territoriale si aprono così nuove opportunità e questo è solo l'inizio: Forlì, il suo comprensorio e tutta la Romagna possono avere benefici dalla riapertura dell'aeroporto. Desidero congratularmi con la società di gestione, Forlì Airport, per il lavoro che sta facendo. Anche le istituzioni devono fare la loro parte e soprattutto a livello regionale si deve fare sistema, senza dimenticare gli sforzi che a Forlì i privati hanno fatto per riaprire l'aeroporto, un'infrastruttura di cui beneficerà tutto il territorio. L'offerta commerciale dello scalo inizia a definirsi e questa sarà completata dal polo aeronautico, con il nuovo progetto Aviolab che darà un grande impulso anche sotto il profilo della formazione. L'aeroporto di Forlì torna a volare, è un sogno che sta diventando realtà".

Ragni (FdI)

Sulla questione interviene anche Fabrizio Ragni, vicecoordinatore provinciale Forlì-Cesena di Fratelli d’Italia e componente del direttivo del Circolo comunale forlivese di FdI intitolato a Caterina Sforza: "Ci rallegriamo per la notizia che la compagnia aerea italiana Air Dolomiti garantirà dal primo dicembre collegamenti plurisettimanali fra l' aeroporto di Forlì con lo scalo di Monaco di Baviera,   uno dei più importanti hub avio d'Europa, segno che la società privata di gestione del Ridolfi, la F.A. s.r.l. , gode già di massima credibilità internazionale. E cogliamo l'occasione per sollecitare nuovamente le istituzioni regionali e mantenere le promesse".

"Da sempre - prosegue - riteniamo che all’avio superficie di via Seganti debbano essere garantite le stesse condizioni operative di cui usufruiscono gli altri aeroporti dell’ Emilia-Romagna come Bologna, Parma e Rimini, e oggi riteniamo che sia giunta l’ora per la giunta regionale di tenere fede alle promesse e che si conceda il via libera al più volte annunciato finanziamento di 12 milioni di euro per garantire infrastrutture e trasporti pubblici a servizio dell’aeroporto Ridolfi di Forlì, così come fatto con soldi pubblici regionali per il Verdi di Parma e come promesso per il Fellini di Rimini. Una cifra indicata dall'assessore regionale Corsini e che attendiamo che si traduca dalle parole ai fatti al più presto".

Questa estate l’assessore ai trasporti, infrastrutture e turismo Andrea Corsini ha rilanciato la proposta di attivare a settembre un tavolo di coordinamento regionale sugli aeroporti con l'intento di armonizzare l'attività degli scali dell'Emilia-Romagna. "Posto che lo stesso Corsini s'è dimenticato di ricordare che il progetto avanzato dalla giunta regionale di centrosinistra di attivare una sorta di società unica, una holding regionale, per gli scali dell'Emilia-Romagna è miseramente fallita, ci chiediamo cosa aspetti a convocare i tavoli di coordinamento, visto che settembre è alle porte - continua -. Il nostro parere è che la giunta Bonaccini, in realtà, voglia intromettersi politicamente in questioni che riguardano quattro aeroporti e quattro società di gestione diverse, con differenti obiettivi e potenzialità. Laddove tra i quattro scali regionali il centrosinistra privilegi: Bologna e Rimini, rilegando Parma ad un'attività industriale legata ai voli cargo, e mal sopportando il polo aeronautico di Forlì per le sue vaste potenzialità nel ramo civile, commerciale e universitario".

"E se così stanno le cose, come Fratelli d'Italia e solidi alleati dell'amministrazione comunale di centrodestra, garantiremo la difesa ad oltranza del Ridolfi, potendo dire con fierezza e coerenza che lo abbiamo sostenuto anche quando altri, quasi tutti i partiti del centrosinistra, e i loro amici del M5S, volevano trasformarlo in un campo di patate", conclude.

La replica a Ragni del M5S

Rispondono a tono dal M5S alle parole di Ragni: "Tale affermazione è destituita da ogni fondamento, come si può verificare da qualsiasi nostro comunicato mai inviato". Viene rimarcato "il costante impegno del nostro parlamentare Carlo De Girolamo nello sbloccare l'iter autorizzativo dell'aeroporto, mentre gli esponenti del Centrodestra parlavano di "mail perse" e altre invenzioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento