menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un anno fa la morte di Guglielmo Russo: le parole ricche d'amore della moglie

"Un uomo delle istituzioni che ha ricevuto da tanti affetto e stima e a quei tanti sono sempre grata", ricorda la moglie Daniela Savelli

20 maggio 2019, un anno dalla morte del presidente di Legacoop Romagna Guglielmo Russo, scomparso a seguito di una lunga malattia. "Un uomo delle istituzioni che ha ricevuto da tanti affetto e stima e a quei tanti sono sempre grata - ricorda la moglie Daniela Savelli -. Si possono fare diverse iniziative a ricordo di qualcuno e io aggiungo "per non dimenticare"; questo implica un coinvolgimento personale e un cammino. Tante cose aiutano a ricordare, ma sappiamo che il tempo passando offusca, a volte modifica, a volte dimentica".

"Non dimenticare vuol dire trattenere la parte più vera e profonda di una persona, anche di un avvenimento, trattenere ciò che ci ha dato di buono, ciò che abbiamo visto con occhi diversi, le risposte date, le modalità intuite, la qualità delle relazioni, lo stile - continua Savelli -. Non dimenticare ciò che abbiamo conosciuto e vissuto con Guglielmo ci potrà accompagnare per fare memoria e per essere traccia. Eventi importanti, come anche un terremoto, una pandemia e perché no una malattia, col tempo lasciano poca traccia in noi se solo ricordati. Oggi è per non dimenticare".

Per ricordarne la figura Legacoop Romagna, di cui Russo è stato presidente dal novembre 2015 fino alla scomparsa, ha preparato un programma di iniziative insieme alla Protezione Civile e alle altre realtà del mondo sociale, istituzionale ed economico di cui Russo è stato autorevole e instancabile protagonista. Alle 9,15 una delegazione di cooperatori, guidata dall’attuale presidente di Legacoop Romagna, Mario Mazzotti, si recherà in visita al cimitero di San Martino in Villafranca, dove verrà deposta una corona alla memoria.

Alle 10,30 la Protezione Civile di Forlì-Cesena intitolerà ufficialmente una sala in memoria del dirigente cooperativo all’interno della sua sede di via Cadore 75 dove nell’occasione verrà scoperta una targa. L’orazione avverrà nel piazzale, in ossequio alle norme per il contrasto al contagio. Mascherine e materiali di sicurezza saranno messi a disposizione dagli organizzatori.

Parteciperanno i familiari –  la moglie Daniela, i figli Eleonora, Francesco ed Edoardo – i membri del Consiglio Direttivo del Coordinamento della Protezione Civile, il Presidente della Provincia di Forlì-Cesena, il Sindaco di Forlì, l’Agenzia Regionale di Protezione Civile Area Territoriale. All’inizio di luglio, in occasione della Giornata Internazionale della Cooperazione, Legacoop Romagna organizzerà una giornata di studi per approfondire alcuni temi cari a Guglielmo Russo: la democrazia cooperativa, la partecipazione dei soci e la rappresentanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento