Martedì, 16 Luglio 2024
L'ondata di maltempo

Nubifragio e allagamenti, Petetta: "Potenzieremo le zone più critiche della città in attesa di intervenire sulle fogne"

L'assessore analizza la situazione che ha vissuto Forlì pochi giorni fa, ribadendo che il Comune farà il possibile per limitare i disagi in futuro, ma anche che fenomeni atmosferici così violenti sono imprevedibili

Le fogne sono in perfetto stato, sono pulite e le teniamo monitorato: purtroppo quando cadono 80 millimetri di pioggia in venti minuti non c’è molto da fare”. Giuseppe Petetta, assessore alla viabilità e alla mobilità, interviene riguardo al violento nubifragio che ha colpito Forlì mercoledì, causando parecchi disagi e generando problematiche che hanno riportato alla luce scenari che purtroppo la città sta vivendo spesso negli ultimi mesi.

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

“Fenomeni atmosferici come quello di mercoledì, capitavano ogni trent’anni fino a poco tempo fa– spiega l’assessore – mentre ora può ripetersi anche due volte in un anno. Stiamo lavorando per trovare una soluzione alle problematiche e già due anni fa abbiamo fatto un censimento di tutte le fogne cittadine per capire dove sono i punti più critici su cui intervenire. I lavori si faranno e saranno parecchio impattanti sulla cittadinanza, perché la progettazione coinvolge tanti gestori di servizi, ma su questo lavoreremo e i risultati si vedranno nel corso degli anni. Il sistema fognario è stato progettato molto tempo fa su criteri di tempi di ritorno trentennali, mentre ora piogge incessanti che durano una ventina di minuti sono molto più frequenti”.

E nel frattempo come si potranno evitare simili disagi?
“Di sicuro potenzieremo le zone più a rischio e dove abbiamo riscontrato maggiori criticità, anche se simili eventi atmosferici sono imprevedibili. In Corso della Repubblica, ad esempio, implementeremo i punti ricettori come ad esempio le bocche di lupo per evitare che l’acqua possa passarvi e raggiungere la cantine e saranno creati ulteriori pozzetti di raccolta nei punti dove è già stata fatta la ripavimentazione”.

Durante simili nubifragi si potrebbero anche chiudere le strade temporaneamente?
“Questa è una soluzione percorribile ed infatti in alcuni punti è già stata attuata. Per quanto riguarda invece le automobili che andando troppo veloci alzano ondate d’acqua anche di 30-40 centimetri causando disagi ai negozi e alle persone, credo si tratti soltanto di senso civico, come succede in altri ambiti. Se in simili situazioni d’emergenza tutti riuscissero a dare il loro contributo, sarebbe un primo passo per evitare spiacevoli situazioni”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nubifragio e allagamenti, Petetta: "Potenzieremo le zone più critiche della città in attesa di intervenire sulle fogne"
ForlìToday è in caricamento