Commercio equo solidale: 54mila euro dalla Regione a Equamente di Forlì-Cesena

Nel corso del 2011 la Regione Emilia-Romagna ha erogato oltre 112.000 euro su una disponibilità di 120.000 euro alle 11 organizzazioni del Commercio equo e solidale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Nel corso del 2011 la Regione Emilia-Romagna ha erogato oltre 112.000 euro su una disponibilità di 120.000 euro alle 11 organizzazioni del Commercio equo e solidale riconosciute per avere effettuato interventi di miglioramento delle strutture di vendita, per interventi legati alla sicurezza, per impianti, attrezzature, dotazioni informatiche, arredi e software

Di questi ben 53.941,04 euro sono andati ad una struttura della provincia di Forlì-Cesena: Equamente cooperativa sociale. La Regione ha erogato anche un altro contributo pari a 80.000 euro, utilizzando tutta la capienza del budget del 2011. In questo caso ha partecipato come capofila Ex Aequo società cooperativa sociale di Bologna, per conto delle altre associazioni della Regione. I contributi sono finalizzati a celebrare le giornate del Commercio equo e solidale.
 
Il lavoro della Regione è molto è molto apprezzabile perché la promozione del Commercio equo e solidale è una forma importante di commercio per riscattare e dare opportunità ai Paesi in via di sviluppo. Siccome la spesa pro-capite è ancora modesta è giusto insistere come Regione Emilia-Romagna mettendo a disposizione risorse finanziarie e soprattutto attuando azioni volte a superare il gap della poca conoscenza dei consumatori e quello della scarse reperibilità dei prodotti, in termini di posizionamenti e pluralità dei punti vendita.
 

Torna su
ForlìToday è in caricamento