menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Commercio, Spada e Ragni (PdL): "La previsione è catastrofica"

"Preoccupa il silenzio assordante proveniente dal Municipio di Forlì. Nessun amministratore apre una finestra per vedere ciò che sta succedendo in città e in particolare nel centro storico?"

"Preoccupa il silenzio assordante proveniente dal Municipio di Forlì. Nessun amministratore apre una finestra per vedere ciò che sta succedendo in città e in particolare nel centro storico? Nessun sussulto d’orgoglio e nessuna iniziativa. Nel mese di novembre sono stati censiti 106 negozi sfitti e la previsione di gennaio è catastrofica per quanto riguarda l’attività del commercio e dei pubblici esercizi". E' quanto hanno dichiarato Alessandro Spada e Fabrizio Ragni, consiglieri comunali del PDL di Forlì.

"Servono misure urgenti da prendere almeno per questi prossimi venti giorni. Serve una spinta che apra la città anche alle auto. Occorre saper cogliere le difficoltà del momento e quindi adottare ogni provvedimento, anche drastico, per vivacizzare il centro, che risulta ancor più morto la sera. Proponiamo così di eliminare tutte le ztl e di aprire piazza Saffi alle auto tranne i giorni di mercato".

"Vogliamo sapere se questo accanimento terapeutico degli amministratori contro il commercio è frutto della loro incompetenza allo stato puro oppure è solo un favore agli amici dell’iper che pur sta soffrendo. I pannicelli caldi a chi sta morendo di fame non servono a tanto, e questo vale anche per i 100.000 euro a disposizione per dieci nuove attività, è troppo poco per rilanciare un settore in una fase così complessa".

"Proponiamo altresì - concludono gli esponenti del PDL - l’azzeramento del costo della sosta e rileviamo che nessun grande evento è stato realizzato in centro: l’unico evento degno di questo nome, il concerto di Jovanotti, è stato pensato al Palafiera, quindi ne chiediamo almeno due o tre da svolgersi nel cuore della città. Non è una provocazione, ma purtroppo si evidenzia che chi amministra Forlì non ha occhi per vedere e non ha orecchi per ascoltare ciò che si sta verificando nella nostra realtà. Solleveremo la questione con determinazione in occasione del prossimo consiglio comunale di lunedì attraverso specifico question time".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento